Nelle foto: Bruno Tagliani al volante della sua monoposto "Tagliani F.850" durante la "Sarezzo-Lumezzane" del 2007 (foto di F.Zubani)

 

 

 

Leggendo le cronache di svariate corse automobilistiche dagli anni '60 ad oggi, ricorre in maniera piuttosto frequente il nome di Bruno Tagliani. Nato nel 1918, la sua vita è sempre stata legata allo sport, in particolare quello automobilistico. Riconosciuto nell'ambiente motoristico anche come eccellente costruttore, la sua prima vettura realizzata nei primi anni '60 è stata una "Tagliani 001", unico esemplare di una monoposto mossa da un motore Fiat 500. In seguito arrivano anche le Formula 850. Ricorda lo stesso pilota-costruttore di aver costruito complessivamente 5 monoposto a motore 500cc, tre con motore da 850cc e più avanti altre quattro con motore sempre derivato dalla 850. Dopo aver vinto nel 1964 e 1965 il Campionato Bresciano nelle "Formula 500", si ripete per altri due anni consecutivi nelle "Formula 850".

Successivamente costruisce altre due monoposto "Tagliani" destinate alla categoria delle Formula: una con il motore derivato dalla Fiat 1100 e l'altra, più potente, che montava il propulsore della Alfa Romeo GTA 1600. Dovendo emigrare in Canada, porterà con sè queste vetture unitamente ad una Formula 850. Rimarrà in Canada diversi anni, tornando a gareggiare in Italia di tanto in tanto. Abbandona e riprende le corse automobilistiche più volte nel corso della sua carriera, pur restando sempre nell'ambiente fosse anche solo come spettatore. La sua passione è tale da arrivare addirittura a disputare in alcune occasioni anche due gare in due posti differenti nella stessa giornata. Alla Malegno-Borno partecipa numerose volte (fin dalla primissima edizione del 1964 in Categoria "Junior"), spesso al volante delle sue stesse monoposto, ma guidando vetture di ogni genere: dalla "F.500" alla "F.850" per tutti gli anni '60, poi ancora con la Fiat X1/9 in Gruppo 4 nei primi anni '80 (1° di Classe a Borno nel 1984), presente anche nelle "Auto Storiche" con la Fiat 2300S facendo un'improvvisa ricomparsa nel decennio scorso.

Quasi novantenne, lo si rivede al via di rievocazioni storiche delle vecchie Cronoscalate (nelle prime due edizioni della "Sarezzo-Lumezzane" schierava alcune delle sue storiche monoposto di Formula, una delle quali guidata da lui stesso!) sempre con passione e spirito immutati e invidiabili.

Bruno Tagliani ha anche un nipote, Alex, tuttora molto popolare in America dove gareggia nella categoria "IndyCar" (già conosciuta come Formula Indy).

 

 

 

.