Sopra: Aldo Raggi al volante dell'Alpine A110 Gr.4 durante la Malegno-Borno del 1976

 

Aldo Raggi fa parte di quei piloti che hanno reso grande la nostra corsa, un pilota fortissimo ma al tempo stesso molto umano, un vero "gentlemen-driver".
Il suo debutto agonistico risale al lontano 1969, nelle Autocross. Ai tempi era una categoria di gare molto sentite e seguite, ma sopratutto combattute all'estremo; tuttavia, malgrado questo e la sua giovane età Aldo riusci a giungere primo per ben 13 volte.

 

 


A sinistra: Raggi alla guida di un'Alfa Romeo Gtv sui tornanti della Caprino-Spiazzi 1986 (Attualfoto). A destra: impegnato con la Ford Escort alla Malegno-Borno 1996 (foto Alquati)

 

In seguito scoprì le Cronoscalate, innamorandosene dopo un rocambolesco debutto alla Malegno Borno con una Fiat 500. Nelle salite sarà primo per ben 36 volte, con varie participazioni nelle varie edizioni della Malegno-Borno, alla Piancamuno-Montecampione, al Monte Maddalena, alla Caprino-Spiazzi di Verona, poi ancora alla Bolzano-Mendola, alla gloriosa Trento-Bondone, alla San Giustino-Bocca Trabaria, per poi continuare alle Cronoscalate dell'Altopiano di Asiago, in Alto Adige alla Val Martello, Bressanone-S.Andrea, la Bormio-Stelvio, fino alle più "giovani" salite come la S. Colombano-Maniva e tante altre.

 

Alla ripresa del Trofeo Vallecamonica, torna puntuale anche Aldo Raggi con la Fiat Ritmo Gr.2 con la quale giunge 2° in Classe 1600 (foto di Luciano Moscardi)


Partecipò anche ad alcuni Rally, (ottenendo peraltro anche 3 Primi Posti di Categoria) e soprattutto corse anche in pista in tutti i circuiti italiani (tra cui il Campionato Italiano Velocità Turismo) vincendo per ben 28 volte, arrivando anche a vincere un Campionato Italiano nel 1977 con una Porsche 911 Gr.4.

 

 

Sempre competitivo, a sinistra nel 1999 con la Honda Tav Gr.N, buon 5° in Classe 2000 a Borno  dietro a dei "mostri sacri" come Marchiol, Negrente e Saldi (Alquati). A destra: sempre sui tornanti di Malegno l'anno successivo dove giunge 3° nel Gruppo Supersalita con la Escort Cosworth (Alquati).


In tutti questi anni Raggi gareggiò con numerosi tipi di vetture di ogni genere e cilindrata, tra cui le Porsche 911 e 914, Ford Escort "Supersalita", Ford Sierra Turbo, Fiat Ritmo gr.2, Renault 5 GT Turbo, Osella 1600, Volkswagen Golf GT gr.A, Alpine A110 gr.4, Alfa Romeo GT 2500, BMW 2500 gr.N, Fiat X1/9 gr.4, Fiat 128 gr.2, Lotus Cortina ecc, dimostrandosi forte e versatile a prescindere dal tipo di vettura impiegato.
Raggi Aldo è stato un pilota molto amato, con molti tifosi che a distanza di anni lo ricordano ancora con molto affetto. La sua passione è ancora intatta, e non ci stupiremmo se presto lo rivedessimo ancora al volante, al via di una competizione automobilistica.

 

 


A sinistra: ancora con la Fiat Ritmo Gr.2 alla Trento-Bondone del 1981 (foto Alquati). A destra, prove sul bagnato alla "Malegno-Borno" 1984 (© Actualfoto).

Sotto: esperienze in Salita anche con una Volkswagen Golf (foto di Luciano Moscardi)

 

Si ringraziano Aldo Raggi e Luciano "Tazio" Moscardi per i testi e per il materiale concesso.