Gianantonio Franzoni impegnato con la Citroen Saxo 1600 Gr.A sui tornanti della "Malegno-Borno" del 2000 (dal sito Ceramic Power Liquid). A destra: Franzoni al Pattinodromo di Borno per le verifiche nell'edizione 2010 (Drawo69).

 

Tra i numerosi piloti locali, Gianantonio Franzoni è da considerarsi un vero e proprio "pilastro" della Malegno-Borno. Classe 1958, è un camuno verace con la passione per le auto nel sangue (da 25 anni è titolare anche di un'officina meccanica in Darfo Boario che si occupa di preparazioni per vetture da competizione). Ha praticamente disputato quasi tutte le edizioni del Trofeo Vallecamonica dalla ripresa ad oggi. Non ancora venticinquenne, nel 1982 è già ai nastri di partenza con un'Alfa Romeo Sprint. Qualche incertezza iniziale, ma la stoffa c'è e i risultati arrivano ben presto: la sua prima vittoria di Classe arriva al "Passo del Carnaio" nel settembre dello stesso anno. Brillante protagonista negli anni a seguire, inanella una serie di vittorie e piazzamenti di Classe in quasi tutte le cronoscalate locali (la "Monte Maddalena", poi ancora la "Piancamuno-Montecampione" e la "Morbegno-Albaredo"). Sin dalle prime partecipazioni, non fallisce quasi mai l'appuntamento con il 1° posto di categoria a Malegno, spesso mettendo dietro anche i più titolati campioni nazionali della specialità. Dai primi anni '90 estende le sue partecipazioni nelle cronoscalate di tutta Italia comprese le gare di Civm, piazzandosi sempre nelle prime posizioni del Campionato di Coppa Csai, conquistando anche il "Trofeo Frejus" riservato alle cronoscalate transalpine. Per quasi due decenni lo si è visto cimentarsi sempre al volante di rosse vetture Alfa Romeo (dall'Alfasud Sprint, fino alla più recente Alfa 33). Abbandonata la casa del "biscione" è passato da qualche anno alla Citroen (la fedele "Saxo" Gr.A), sempre cogliendo risultati di rilievo.  

 

 

Sopra, a sinistra: Franzoni alla guida dell'Alfa 33 (dal sito Ceramic Power Liquid). A destra: siamo alla "Malegno-Borno" 1990 con Franzoni appena giunto al "parco chiuso" di Borno al volante della A.R. Sprint (foto by Drawo69)

 

 

Sopra: al Trofeo Valcamonica di alcuni anni fa, durante una premiazione con il Presidente dell'Aci Brescia Giacomo Bontempi