Nella foto: Arrigo Cocchetti sulla Fiat 1100 durante la Malegno-Borno del 2005, nella gara riservata alle "Auto Storiche" (foto by Jeem)

 

Uno dei protagonisti della Malegno-Borno, l'ing. Arrigo Cocchetti, è scomparso l'11 giugno 2007, proprio alla vigilia del 38° Trofeo Vallecamonica, all'età di 84 anni. Fino a pochi mesi prima era il più anziano pilota ancora in attività, e uno dei pochi piloti viventi ad aver partecipato alla Mille Miglia (negli anni 50).

Nato a Milano nel 1924 come Arrigo Almasio Cocchetti, frequenta da giovane il Liceo Scientifico "Gonzaga" laureandosi di seguito in ingegneria al Politecnico. Appassionato di automobilismo, prende parte alla sua prima Mille Miglia nel 1953 alla guida di una Fiat 1400. L'anno successivo sposa Francesca Giarda, con la quale fece il viaggio di nozze ripercorrendo l'intero tracciato della Mille Miglia: lui a guidare e la consorte a prendere appunti su un quaderno; annotazioni tecniche sul percorso e ostacoli da tener presente nelle sue partecipazioni successive. Ancora nel 1954 al volante della Fiat 1400, passa successivamente alla fiat 1100.

Nel 1958 vince la Mille Miglia "nuova edizione" su Alfa Romeo 1900 Ti, giungendo 1° Assoluto nella Categoria Turismo di Serie.

Sempre poi con una Fiat 1100 Tv, diventa per due volte Campione Italiano nel 1960 e 1963 in Categoria Turismo 1100, vincendo il Titolo per la terza volta nel 1964, questa volta in Classe 700 Turismo al volante di una BMW 700 Coupè Sport.

Abbandona le gare per una ventina d'anni e si ripresenta nel 1987 prendendo parte a numerose manifestazioni riservate alle Autostoriche, tornando anche a riassaporare il fascino della Mille Miglia "Storica" per ben dieci edizioni, fino al 1996.

Era spesso al via al Trofeo Valcamonica nella gara riservata alle Vetture Storiche, anche nell'edizione 2005 in cui arrivò secondo di classe sulla fedele Fiat 1100 con il più che ottimo tempo di 6'36" alla bella media di circa 79 Kmh, concedendosi pure il lusso di mettere in dubbio la genuinità (leggi: conformità al regolamento) di alcune vetture in gara.

A 82 anni, nel 2006 partecipa e vince nella sua Classe il Campionato Italiano Autostoriche, a conferma della sua eterna classe e del suo "piede" pesante.

Un vero "pilastro" delle salite che raggiunge altri suoi vecchi colleghi lasciando sempre più orfano il mondo delle Cronoscalate.

 

    

Sopra, a sinistra: Cocchetti alla sua prima "Mille Miglia" con la Fiat 1400: è il 1953. A destra: con la Giulietta nel 1957 (immagini A.I.S.A.)