45° TROFEO VALLECAMONICA - 12/13 SETTEMBRE 2015

Merli mattatore tra le nubi camune




L'Osella FA30 EVO di Christian Merli durante le prove ufficiali (foto Salvetti)


Possiamo tranquillamente affermare che ogni edizione della "Malegno-Ossimo-Borno" scrive immancabilmente una bella pagina di storia dell'automobilismo internazionale. Questa appena conclusa, la quarantacinquesima, è un'ulteriore conferma. E' stata la gara dei record sin dalla pubblicazione dell'elenco degli iscritti: infatti, si scorgevano nomi di piloti che già si sfidavano quando molti di noi erano ancora ragazzini o addirittura non ancora nati; dal gradito ritorno del "gentleman driver" bresciano Luciano Dal Ben, che qui ha festeggiato i suoi 50 anni dalla prima partecipazione alla corsa camuna (fu infatti già ai nastri di partenza nella seconda edizione datata 1965) tornando dopo dieci anni di assenza ad affrontare i tornanti a bordo di una splendida Ferrari, al camuno Gian Antonio Franzoni che dal 1982 a oggi ha preso parte praticamente a tutte le edizioni superando quest'anno -per numero di presenze al via- il campione Giulio Regosa che dall'alto delle sue 30 partecipazioni (la prima nel 1972) era forse in questo senso un "recordman" a Malegno. Per gli amanti delle statistiche cercheremo di stilare quanto prima una interessante graduatoria.
La gara ha acceso subito grande interesse, preannunciando come "pezzo forte" l'inedito duello -in Valle- tra il pluricampione italiano ed europeo Simone Faggioli e il sempre più forte Christian Merli, qui già vincitore nel 2013. I due si sono già sfidati più volte precedentemente a colpi di cronometro, con il trentino che via via continuava a rosicchiare il "gap" che lo separava dal toscano, al punto da far sentire imminente un "sorpasso" che avrebbe riportato alla mente gli storici e indimenticabili duelli tra Nesti e Baribbi.
Ma la sfida è venuta meno in un amen: Faggioli -seppur a malincuore- si è trovato costretto a rinunciare, dal momento che la sua vettura Norma M20 FC (in corso di revisione dopo le recenti "battaglie" nel CIVM) non sarebbe stata pronta per tempo.
Dopo un pizzico di delusione iniziale, si cercava di non dar comunque troppo per scontata una vittoria di Merli, visto l'assoluto valore dei principali avversari accreditati per l'assoluto: i camuni Luca Tosini e Paride Macario, con i due "primattori" della scorsa edizione, Fausto Bormolini e Tiziano Riva.
Questa volta, l'organizzazione (sempre a cura dell'Automobile Club Brescia) si è avvalsa della preziosa collaborazione della "Squadra Corse Angelo Caffi" -intitolata da Alex Caffi alla memoria del padre- che grazie ad alcune significative innovazioni ha tentato, con successo, un ulteriore rilancio in grande stile della manifestazione. Ma ora lasciamo spazio alla cronaca della corsa.





Paride Macario, ottimo terzo assoluto (foto Salvetti)


Un weekend pressochè autunnale ha accompagnato questa "tre giorni" motoristica con il primo pronostico rispettato, cioè quello del "meteo", che annunciava pioggia in special modo nel corso della giornata di gara. Pioggia che infatti ha fatto la sua comparsa -come ai vecchi tempi!- tra Gara1 e Gara2, ma che non è riuscita più di tanto a sparigliare i valori sul tracciato. A parte qualche defezione in Gara2 di qualche concorrente sprovvisto didotazioni da pioggia, tutto si è svolto regolarmente nei limiti di tempo prestabiliti.
Cristian Merli ha stabilito le "gerarchie" sin dalle prove, facendo registrare il miglior tempo nella prima salita in 3'43"73 e ponendosi all'attenzione di coloro che, attenti al record, auspicavano un ulteriore "ritocco" al primato stabilito da Caffi (su tracciato però libero da chicanes artificiali) nel 2011. Nella seconda prova invece è stato un sorprendente Luca Tosini a staccare il miglior tempo in 3'51"76 il che faceva capire che Merli avrebbe forse avuto vita facile per la vittoria finale, a patto di non incorrere nel benchè minimo errore.

In Gara1 l'Osella FA-30 EVO del trentino è salita velocissima, sfiorando i 140 chilometri orari di media e facendo segnare il tempo straordinario di 3'41"60 che infrange il record di Caffi ma che senza le chicanes sarebbe stato ancora più clamoroso. Il distacco sull'altra Osella FA-30 di Luca Tosini è di oltre 7 secondi, ma va precisato che il giovane camuno è alla sua unica esperienza stagionale con questo tipo di prototipo. Anche Paride Macario, giovane di Piancamuno, dopo la sfortunata esperienza dello scorso anno ha questa volta impressionato ottenendo tempi degni dei grandi campioni che hanno vinto nel passato: anch'esso abbondantemente sotto i 4 minuti, si è portato subito in terza posizione provvisoria.
Durante la pausa l'arrivo della pioggia ha causato una serie di "numeri" nelle Autostoriche all'inizio di Gara2, con un serio incidente -per fortuna senza gravi conseguenze- per il concorrente Sandro Perissi. Durante la lunga pausa necessaria ai soccorsi, la pioggia si è in parte calmata consentendo al tracciato di asciugarsi in alcuni punti, ma la corsa è tuttavia proseguita in "modalità bagnato" e com'era prevedibile (e comprensibile) i tempi fatti segnare dai concorrenti non erano all'altezza di quelli in Gara1, anche se nella seconda salita Tosini è riuscito a limitare il distacco da Merli, che comunque con un buon 4'18"23 metteva al sicuro il risultato.
Podio quindi per Merli vincitore, con Tosini secondo e Macario terzo. Molto più staccati Riva, Janik e Bormolini (vincitore lo scorso anno), mentre sorprende il dodicesimo posto assoluto di Manuel Dondi, che con una Fiat X1/9 si è messo dietro un sacco di vetture prototipo e GT.
Bellissima vittoria in Gruppo N per Armin Hafner ai danni del grande "Zio Lino" Vardanega che sembra non invecchiare mai, mentre un altro grande ritorno -con vittoria in Gruppo A- è stato quello di Rudi Bicciato che su questo percorso non si vedeva da qualche tempo. Poca fortuna stavolta per l'immancabile Franzoni, il quale già nelle prove incappa in un testacoda e durante la gara è costretto a fermarsi per problemi al cambio.
In bella evidenza anche "Gilly" Bondioni che su Ferrari 458 vince il Gruppo GT e finisce 11° assoluto. Successo di Andrea Bormolini nel Gruppo CN, di Eric Zerla su Mini Cooper nella categoria RS davanti ad Andrea Marchesani e al sempre attivo Mario Tacchini.
In E1 vittoria della "Deltona" di Marco Sbrollini, di poco davanti al forte Luigi Sambuco su Renault New Clio, e di molto rispetto alle ormai "anziane" Alfa Romeo 155 di Franco Perini e Carlino Orsignola che tempo fa ci avevano abituati a ben altro risultato.
Per la gara delle Auto Storiche (nel ricordo di uno dei maggiori esponenti Franco Cremonesi, da pochi giorni scomparso improvvisamente), successo facile per Piero Lottini su Osella Pa9/90.

Un applauso come sempre va agli organizzatori e a chi ha lavorato dietro le quinte, cercando anche di risolvere qualche problema presentatosi sul tracciato come qualche lunga scia di olio o gasolio, generosamente "distribuito" nella notte per svariati chilometri da un'autovettura in avaria (vogliamo sperare che sia così) o, presumibilmente, da qualche "buontempone" (giusto per usare un eufemismo) ignaro forse delle possibili conseguenze.

Un ultimo appunto sulle classifiche, che in luogo di una UNICA classifica ufficiale (dove vengono elencati i concorrenti in base ai tempi ottenuti e NON alla configurazione della vettura) vengono da qualche tempo distinte tra CSAI, FIA e TIVM. Dove possibile, per evitare spiacevoli polemiche e malintesi sull'estromissione di alcuni concorrenti dalla classifica, cercheremo di pubblicare anche alcune classifiche di Classe con validità Fia.






CLASSIFICA ASSOLUTA UFFICIALE


1. CRISTIAN MERLI (OSELLA FA-30 EVO) 7'59"83 - Kmh 128,9


2. LUCA TOSINI (OSELLA FA-30) 8'08"41

3. PARIDE MACARIO (OSELLA PA-30) 8'17"98

4. FAUSTO BORMOLINI (REYNARD K-02)  8'30"30

5. TIZIANO RIVA (REYNARD 92D COSWORTH) 8'40"80

6. RENZO NAPIONE (REYNARD K-02)  8'44"41

7. VACLAV JANIK (NORMA M20 FC) 8'47"22


8. ANDREA BORMOLINI (OSELLA PA-21) 8'52"76


9. ALESSANDRO TINABURRI (GLORIA C8-F EVO) 9'12"14


10. MARCO CAPUCCI (OSELLA PA-21/S) 9'15"92


11. LUCIO DA ZANCHE (OSELLA PA-2000) 9'20"49

12. MANUEL DONDI (FIAT X1/9) 9'27"57

13. ILARIO BONDIONI (FERRARI 458 CHALLENGE)  9'31"74

14. STEFANO FALCETTA (NORMA M-20 EVO)  9'31"89

15. MARCO SBROLLINI (LANCIA DELTA EVO)  9'32"24





Il podio con i primi tre assoluti: Merli, Tosini, Macario (foto di Squadra Corse Angelo Caffi)



CLASSIFICA ASSOLUTA AUTOSTORICHE

1. PIERO LOTTINI (OSELLA PA-9/90) 10'08"40 - Kmh 101,7

2. MATTEO BARLETTA (BMW M3)  10'58"29
3. MAURO BORMOLINI (OSELLA PA-9)  11'10"20
4. BRUNELLO CHIAPPINI (FIAT X1/9)   11'21"53
5. MARIO SALA (PORSCHE 906)  11'36"31





Nelle Storiche si è visto un esemplare di Porsche, simile a quella utilizzata nella seconda metà degli anni 60 da "Noris" e Angelo Caffi.




GRUPPO N - CLASSE 1400

 

1. GIOVANNI EVAN LAINI (PEUGEOT 106 RALLYE)  12'03"54 - Kmh 85,5





Anche per Evan Laini nuova vittoria di Classe (foto Salvetti)



GRUPPO N - CLASSE 1600

1. MATTEO BOMMARTINI (HONDA CIVIC EK4)  10'39"12 - Kmh 96,8

2. EMANUELE SPOSETTI (CITROEN SAXO VTS)  10'42"48

3. ANTONIO REGHENZANI (PEUGEOT 106 S16)  11'00"10

4. MANUEL BAISOTTI (PEUGEOT 106)  11'13"86

5. ANGELO FOSTINI (PEUGEOT 106)  11'26"96

6. NATALE BELOMETTI (PEUGEOT 106 RALLYE) 11'48"71

7. ALEX VIOLA (CITROEN SAXO VTS)  12'58"47




GRUPPO N - CLASSE 2000

1. ALESSIO ARMENI (RENAULT CLIO WILLIAMS) 10'37"40 - Kmh 97,0

2. ADRIANO PILOTTO (HONDA CIVIC TYPE R) 10'37"85

3. GIORGIO MENDENI (RENAULT CLIO RS) 10'44"03

4. ALESSANDRO GUIZZETTI (RENAULT CLIO) 10'57"59

5. FABIO ZENDRA (RENAULT CLIO RS)  11'15"82

6. ENRICO PEZZOLI (HONDA CIVIC TYPE R)  11'56"66

7. EZIO FILINI (RENAULT CLIO RS)  11'57"29






Alessio Armeni, abbonato da tempo a vittorie di Classe (foto Salvetti)




GRUPPO N - CLASSE OLTRE 3000

1. ARMIN HAFNER (MITSUBISHI LANCER EVO I)  9'52"84 - Kmh 104,3

2. LINO VARDANEGA (MITSUBISHI LANCER EVO X)  10'16"61





 

Le due Mitsubishi protagoniste in Gruppo N: a sinistra Hafner, a destra Vardanega (foto Salvetti)



GRUPPO A - CLASSE 1400


1. BORTOLO MENDENI (PEUGEOT 106)  11'31"80 - Kmh 89,4

2. VITTORIO BOMMARTINI (PEUGEOT 106)  11'57"46

3. MARCO DI CORSO (FIAT PANDA KIT) 12'40"68






Lino Mendeni, altro "fedelissimo" della Malegno-Borno, coglie sempre risultati di rilievo: 1° di Classe A-1400 (foto Salvetti)



GRUPPO A - CLASSE 1600

1. ALBERTO CIOFFI (PEUGEOT 206) 10'23"84 - Kmh 99,1

2. RAFFAELE LISSIGNOLI (PEUGEOT 106) 10'26"52
3. GIANBATTISTA SERIOLI (CITROEN SAXO VTS)  10'58"63
4. CRISTIAN MIGNOCCHI (CITROEN C2 VTS)  11'21"07





Alberto Cioffi, alla sua immancabile vittoria di Classe 1600 (foto Salvetti)



GRUPPO A - CLASSE 2000

1. ROMANO PASQUALI (RENAULT MEGANE)  9'55"24 - Kmh 103,9

2. ALAN RONCHI (RENAULT CLIO)  10'02"46
3. MICHAEL POGNA (RENAULT CLIO WILLIAMS)  10'13"52





Romano Pasquali della scuderia Mirabella Mille Miglia, 1° di Classe A-2000 (foto Salvetti)



GRUPPO A - CLASSE OLTRE 3000

1. RUDI BICCIATO (MITSUBISHI LANCER EVO V)  9'52"92 - Kmh 104,3

2. ROBERTO TOTTOLI (MITSUBISHI LANCER EVO)  10'11"36 





Grande ritorno con vittoria di Classe e di Gruppo per Rudi Bicciato (foto Salvetti)




GRUPPO E1I - CLASSE 1400

1. ANTONINO ODDO (PEUGEOT 106)  10'42"11 - Kmh 96,3

2. ANGELO FRANZONI (PEUGEOT 106 RALLYE)  11'03"38




GRUPPO E1I - CLASSE 1600

1. CRISTIAN PELAMATTI (FIAT UNO)  10'32"15 - Kmh 97,8

2. "ZIO FESTER" (HONDA CIVIC)  10'57"40



   

Tre protagonisti che han dato spettacolo. Nell'ordine: Cristian Pelamatti, Luigi Sambuco e Marco Sbrollini (foto Salvetti)




GRUPPO E1I - CLASSE 2000

1. LUIGI SAMBUCO (RENAULT NEW CLIO)  9'34"02 - Kmh 107,7

2. DAMIANO SCHENA (RENAULT CLIO CUP)  10'01"92
3. CESARE BRUSA (RENAULT CLIO)  10'28"85
4. MICHELE LONARDI (ALFA ROMEO 147 CUP)  10'29"57
5. FLAVIO FENAROLI (RENAULT CLIO CUP)  10'29"58
6. SANDRO SASSELLI (RENAULT CLIO RS)  11'19"03



GRUPPO E1I - CLASSE 3000

1. FRANCO PERINI (ALFA ROMEO 155)  10'13"75 - Kmh 100,8

2. CARLINO ORSIGNOLA (ALFA ROMEO 155)  12'17"87



GRUPPO E1I - CLASSE OLTRE 3000

1. MARCO SBROLLINI (LANCIA DELTA EVO)  9'32"24 - Kmh 108,1

2. IVAN CARMELLINO (FIAT PUNTO)  10'34"70
3. ANDREA OLIVA (SEAT LEON SUPERCOPPA)  10'44"33





Ivan Orsignola, protagonista di due testacoda che hanno compromesso il suo weekend (foto Salvetti)




GRUPPO E2B - CLASSE 1300

1. PAOLO VENTURI (ELIA AVRIO ST14 EVO)  9'36"81 - Kmh 107,2




Paolo Venturi durante le prove inaugura la salita delle vetture Sport (foto Salvetti)


GRUPPO E2B - CLASSE 2000

1. LUCIO DA ZANCHE (OSELLA PA-2000)  9'20"49 - Kmh 110,3

2. JIRI SVOBODA (NORMA M20 F)  9'40"26




La Malegno-Borno come fosse ancora europea, con diversi piloti stranieri: ecco Jiri Svoboda dalla Repubblica Ceca, su Norma M20 F



GRUPPO E2B - CLASSE 3000

1. PARIDE MACARIO (OSELLA PA-30)  8'17"88 - Kmh 124,2

2. VACLAV JANIK (NORMA M20 FC)  8'47"22





Un'altra bella immagine di Paride Macario (foto Salvetti)





GRUPPO E2M - CLASSE 1000

1. NICOLAS PELLEGRINELLI (GLORIA C8)  9'59"98 - Kmh 103,1

2. ROBERTO LODA (GLORIA C8 F)  10'07"25
3. FABIO BRAGHE' (GLORIA C8 CUP) 11'27"16


GRUPPO E2M - CLASSE 1600

1. ALESSANDRO TINABURRI (GLORIA C8 F) 9'12"14 - Kmh 112,0

2. PAOLO FULGONI (GLORIA C8 P)  9'46"17


GRUPPO E2M - CLASSE 2000

1. GINO PEDROTTI (FORMULA RENAULT) 9'34"35 - Kmh 107,7



GRUPPO E2M - CLASSE 3000

1. CHRISTIAN MERLI (OSELLA FA-30 EVO)  7'59"83 - Kmh 128,9

2. LUCA TOSINI (OSELLA FA-30)  8'08"41
3. TIZIANO RIVA (REYNARD 92D COSWORTH)  8'40"80



GRUPPO D/E2 SS - CLASSE 1600 (VALIDITA' FIA)

1. ALESSANDRO TINABURRI (GLORIA C8 F)  9'12"14  Kmh 112,0
2. NICOLAS PELLEGRINELLI (GLORIA C8)  9'59"98
3. ROBERTO LODA (GLORIA C8 F) 10'07"25
4. FABIO BRAGHE' (GLORIA C8 CUP)  11'27"16


GRUPPO D/E2 SS - CLASSE 2000 (VALIDITA' FIA)

1. GINO PEDROTTI (FORMULA RENAULT)  9'34"35 - Kmh 107,7



GRUPPO D/E2 SS - CLASSE 3000 (VALIDITA' FIA)

1. FAUSTO BORMOLINI (REYNARD K-02)  8'30"30 - Kmh 121,2
2. TIZIANO RIVA (REYNARD 92D COSWORTH)  8'40"80
3. RENZO NAPIONE (REYNARD K-02)  8'44"41





Luca Tosini, secondo assoluto con l'Osella FA-30 della "Squadra Corse Angelo Caffi" (foto Salvetti)





GRUPPO CN - CLASSE 2000


1. ANDREA BORMOLINI (OSELLA PA-21)  8'52"76 - Kmh 116,1

2. MARCO CAPUCCI (OSELLA PA-21/S)  9'15"92
3. STEFANO FALCETTA (NORMA M20 EVO)  9'31"89
4. LUCA PIFFER (OSELLA PA-21/S)  9'43"00


GRUPPO CN/E2 SC - CLASSE 1600 (VALIDITA' FIA)

1. PAOLO VENTURI (ELIA AVRIO ST14 EVO)  9'36"81 - Kmh 107,2
2. LUCA PIFFER (OSELLA PA-21/S)  9'43"00


GRUPPO CN/E2 SC - CLASSE 2000 (VALIDITA' FIA)

1. ANDREA BORMOLINI (OSELLA PA-21)  8'52"76 - Kmh 116,1
2. MARCO CAPUCCI (OSELLA PA-21/S)  9'15"92
3. LUCIO DE ZANCHE (OSELLA PA-2000)  9'20"49
4. STEFANO FALCETTA (NORMA M20 EVO)  9'31"89
5. JIRI SVOBODA (NORMA M20 F)  9'40"26


GRUPPO CN/E2 SC - CLASSE 3000

1. PARIDE MACARIO (OSELLA PA-30)  8'17"98 - Kmh 124,2
2. VACLAV JANIK (NORMA M20 FC)  8'47"22



GRUPPO GT - CLASSE GT3 OLTRE 3000

1. ROSARIO PARRINO (PORSCHE 997) 10'09"77 - Kmh 101,4






Rosario Parrino, sempre ben figura nella categoria GT (foto Salvetti)






GRUPPO GT - CLASSE GT CUP OLTRE 3000

 

1. ILARIO BONDIONI (FERRARI 458 CHALLENGE) 9'31"74 - Kmh 108,2






La spettacolare Ferrari di Ilario Bondioni, primo nelle GT (foto Salvetti)





GRUPPO RS

 

1. ERIC ZERLA (MINI COOPER S) 11'01"25 - Kmh 93,5

2. ANDREA MARCHESANI (VOLKSWAGEN POLO)  11'05"08
3. MARIO TACCHINI (MINI COOPER S)  11'16"09
4. FEDERICO DUCOLI (MINI COOPER S JCW)  11'25"47
5. GIUSEPPE ZENDRA (RENAULT NEW CLIO)  11'42"56
6. EMANUELE GIORA (MITSUBISHI COLT)  12'04"69
7. MAURIZIO MAGRI (PEUGEOT 106 RALLYE)  12'06"57
8. ANDREA CASALINI (CITROEN SAXO VTS)  12'13"60
9. STEFANO GHEZA (MINI COOPER S)  12'25"85



 

Giovani campioni crescono... ed ecco un' importante vittoria di Gruppo per Eric Zerla, uno dei nostri primi sostenitori! (foto Salvetti)





GRUPPO E1-N - CLASSE 1400

 

1. MASSIMO PUTELLI (PEUGEOT 205 RALLY)  12'38"98 - Kmh 81,5




GRUPPO E1-N - CLASSE 2000

 

1. ROBERTO AMICI (RENAULT 5 GT TURBO)  10'19"18 - Kmh 99,9



GRUPPO E2-SH - CLASSE 2000

 

1. MANUEL DONDI (FIAT X1/9)  9'27"57 - Kmh 109,0
2. GIUSEPPE AGNELLO (MAZDA MX5)  11'33"75



Manuel Dondi ha impressionato tutti sfrecciando con la Fiat X1/9 (foto Salvetti)



GRUPPO RSPLUS - CLASSE RS4 PLUS

 

1. LUCA ZUURBIER (RENAULT CLIO CUP)  10'18"94 - Kmh 99,9
2. FRANCESCO LAFFRANCHI (RENAULT CLIO CUP)  10'28"65
3. CARLO SCARPELLINI (ALFA ROMEO 147 CUP)  11'03"41



GRUPPO RSPLUS - CLASSE RST B2 PLUS

 

1. GIULIO PANTEGHINI (MINI COOPER S JCW)  10'35"30 - Kmh 97,4
2. GIOVANNI GHIDINI (MINI COOPER S JCW)  10'50"61
3. DOMENICO TINELLA (MINI COOPER S JCW)  12'01"49



 

Due "gioielli" di questa edizione: L'Audi Quattro S1 di Slatkov e la Ferrari 458 del rientrante Dal Ben (foto Salvetti)

NB: vengono tenute in considerazione le sole classifiche ufficiali CSAI.
SCHEDA GARA:


PARTENTI: 109
PARTITI: 104
NON PARTITI: 5
RITIRATI: 5
NON CLASSIFICATI: 0
CLASSIFICATI: 99