33. TROFEO VALLECAMONICA - 30 giugno/1 luglio 2001

Tschager-Bis...e si mangia anche Faggioli

Un'edizione della Malegno-Ossimo-Borno che verrà ricordata come una delle più sofferte e travagliate, sia dal punto di vista organizzativo che sul piano della sicurezza. I gravi incidenti accaduti l'anno passato hanno lasciato il segno e si stanno cercando le migliori soluzioni per salvaguardare la sicurezza dei piloti. A rispetto di alcune normative federali, quindi, si è dovuto accettare a malincuore di veder accorciare sensibilmente il tracciato. Gli uomini dell'Aci Brescia hanno quindi dovuto sacrificare il tratto più veloce del percorso (quello che precede Borno) spostando il traguardo un po' più a valle, quindi a Ossimo. Decisione elogiata da alcuni ma disapprovata da molti appassionati, i quali consideravano la drastica "mutilazione" quasi come un sacrilegio. A tal proposito va aggiunta anche la controversa richiesta di far rimuovere le chicanes artificiali definite "troppo pericolose" dalle stesse persone (tra cui circa una ventina di piloti che hanno sottoscritto una petizione) che - curiosamente - ne avevano chiesto a gran voce, per motivi di sicurezza, l'inserimento solo un anno prima. Questa serie di situazioni ha messo in serio pericolo il futuro del Trofeo Vallecamonica, al punto che iniziava ad aleggiare una certa aria di pessimismo che ne metteva in forse l'edizione del prossimo anno, quella del 2002.

Per una volta quindi, diventa una "Malegno-Ossimo", tuttavia rimasta nel calendario del Campionato Europeo. Lasciando da parte le diatribe regolamentari, facciamo in modo che sia la cronaca sportiva a far entrare nella storia il Trofeo Vallecamonica 2001 come l'edizione forse più combattuta: ai primi posti dell'assoluta abbiamo infatti ben 5 piloti chiusi in un esiguo distacco di soli due secondi: Tschager, Faggioli, Regosa, Cinelli e Fattorini. Potenzialmente, la vittoria assoluta era alla portata di ognuno tra questi cinque. E' andata alla grande a Tschager, che per la seconda volta consecutiva iscrive il suo nome nell'Albo d'Oro. Quest'anno pareva la volta buona per il bresciano Regosa, deciso a interrompere il digiuno di vittorie assolute per un pilota bresciano che dura ormai da 10 anni (l'ultimo a vincere in casa fu Ezio Baribbi nell'ormai lontano 1992); ma il "Baffo Volante" commette una serie di errori all'ingresso delle chicanes, sbagliando alcune marce e buttando la vittoria - parole sue - alle ortiche. Tra l'altoatesino e il bresciano si inserisce al secondo posto il giovane Simone Faggioli, al momento grande protagonista della stagione in quanto al comando del Campionato Italiano a pari punti con Franco Cinelli (altro toscano come lui e, sempre come lui, in forza alla Villorba Corse). Quest'ultimo dovrà accontentarsi del quarto posto, di un soffio davanti a Fattorini.

Nel Gruppo N, brillante vittoria di Piergiorgio Bedini, emiliano, ex protagonista del Mondiale Rally. Ma in gara c'è anche un altro rallista: Pierino Longhi, che supera con ottimi voti l'esame delle Cronoscalate, piazzandosi secondo in Gruppo A alle spalle dell'inarrivabile Pulic.

Tra i grandi protagonisti del passato recente non ci sono più Mauro Nesti ed Ezio Baribbi: il toscano, dopo la tragica scomparsa di Danti, è in una sorta di pausa di riflessione, durante la quale si concede ogni tanto di partecipare a qualche gara con la sua vecchia Osella Pa9/90 inserita nella categoria VSO destinata a vetture di scaduta omologazione. Il bresciano invece, pare aver definitivamente appeso il casco al chiodo, lasciano spazio al figlio Claudio che partecipa al Trofeo Osella (istituito in memoria di Fabio Danti) e che ben figura piazzandosi terzo. Si rivedono anche gli Scola, famiglia calabrese di forti cronomen da ben tre generazioni: il decano della famiglia, Domenico (conosciuto nell'ambiente come "Don Mimì") ha 70 primavere sulle spalle e lo troviamo - sempre competitivo - un poco indietro in classifica assoluta, ma davanti comunque ad altri piloti più "giovincelli" di pari categoria. La sua resta una delle rarissime apparizioni a Malegno, mentre nelle salite del Sud Italia è tuttora una vera e propria celebrità.

 

 

 CLASSIFICA ASSOLUTA

1. FRANZ TSCHAGER (OSELLA GARDA KART) 5'53"04

2. SIMONE FAGGIOLI (OSELLA PA-20 S) 5'54"05

3. GIULIO REGOSA (OSELLA PA-20) 5'54"50

4. FRANCO CINELLI (OSELLA PA-20 S) 5'55"12

5. FABRIZIO FATTORINI (OSELLA TROFEO) 5'55"23

6. OTAKAR KRAMSKY (OSELLA PA-20) 5'59"99

7. ARMANDO MANGINI (OSELLA PA-20 S) 6'03"48

8. FAUSTO BORMOLINI (OSELLA PA-20) 6'06"03

9. RENZO NAPIONE (OSELLA PA-20) 6'14"52

10. ALESSANDRO GABRIELLI (OSELLA PA-20) 6'16"51


 

 

    

   

    

 

 Sopra, a sinistra: Alessio Armeni e a destra Ivana Armeni: dopo le gesta del papà Alberto ci pensano loro a tenere alto l'onore del cognome...

 

 

   


   


GRUPPO N - CLASSE 1400 - N1

1. VALERIO FACCINI (PEUGEOT 106 RALLY) 7'53"53

2. VINCENZO PANGRAZI (PEUGEOT 106 RALLY) a 0"91

3. FABRIZIO VETTOREL (PEUGEOT 106 RALLY) a 4"20

4. ALESSANDRO LUCIANI (PEUGEOT 106 RALLY) a 9"53

5. FILIPPO TIGNONSINI (PEUGEOT 106 RALLY) a 9"77

6. MARCO BALLARDINI (PEUGEOT 106 RALLY) a 12"01

7. PERRY COLLIA (PEUGEOT 106 RALLY) a 15"37

8. GIANLUCA FILASI (PEUGEOT 106) a 20"07

9. GIORDANO MAFFEIS (PEUGEOT 106) a 35"24

10. NATALE BELOMETTI (PEUGEOT 106 RALLY) a 38"71

11. DANIELE RODONDI (PEUGEOT 106) a 39"04




GRUPPO N - CLASSE 1600 - N2

1. GIOVANNI REGIS (PEUGEOT 106 RALLY) 7'31"42

2. GABRIELE SPACCO (PEUGEOT 106 RALLY 16V) a 4"41

3.EMANUELE SPOSETTI (PEUGEOT 106 RALLY) a 4"96

4. CRISTAL BUFFOLI (PEUGEOT 106 16V) a 6"37

5. LUIGI PEDRETTI (PEUGEOT 106 S16) a 7"86

6. LUCA PINATO (CITROEN SAXO VTS) a 11"72

7. ROBERTO CHIARATO (CITROEN SAXO VTS) a 14"33

8. ALESSIO ARMENI (HONDA CIVIC) a 16"21

9. OSCAR RAFFETTI (CITROEN SAXO VTS) a 16"56

10. GIUSEPPE ZENDRA (CITROEN SAXO) a 20"36

11. GABRIELE LAMPERTI (CITROEN SAXO) a 20"64

12. SEVERINO PELLEGRINO (HONDA CIVIC) a 22"94

13. FEDERICO SACCHETTO (PEUGEOT 106) a 48"58




GRUPPO N - CLASSE 2000 - N3

1. LUCA TOSINI (HONDA INTEGRA) 7'24"25

2. BRUNO NEGRENTE (RENAULT CLIO) a 4"12

3. GIANCARLO RONCHI (RENAULT CLIO WILLIAMS) a 4"68

4. ANGELO CORINTO (RENAULT CLIO WILLIAMS) a 15"69

5. IVANA ARMENI (RENAULT CLIO WILLIAMS) a 23"40

6. MARIO BURLOTTI (RENAULT CLIO WILLIAMS) a 23"86

7. ROBERTO TOTTOLI (OPEL ASTRA) a 26"21

8. YURI CALDERA (RENAULT CLIO WILLIAMS) a 41"41

9. ZILIANI (OPEL ASTRA) a 44"20

10. SALVATORE PARISI (PEUGEOT 205) a 58"42

11. DANIELE TERRANOVA (PEUGEOT 205) a 1'07"41




GRUPPO N - CLASSE OLTRE 3000 - N5

1. PIERGIORGIO BEDINI (FORD ESCORT) 6'57"64

2. RUDI BICCIATO (FORD ESCORT COSWORTH) a 4"48

3. CLAUDIO GIOBBI (BMW M3) a 4"81

4. JIFI VOVES (SUBARU IMPREZA WRX) a 5"20

5. PETER JURENA (FORD ESCORT COSWORTH) a 7"48

6. JAN VONKA (BMW M3) a 8"87

7. PABLO BIOLGHINI (MITSUBISHI LANCER) a 16"73

8. MARIO RAVELLI (FORD ESCORT COSWORTH) a 21"14

9. FABIO ARMANINI (MITSUBISHI LANCER EVO VI) a 23"45

10. ELIGIO BUTTURINI (MITSUBISHI LANCER EVO VI) a 33"00

11. ANTONIO RIGAMONTI (FORD ESCORT COSWORTH) a 1'28"40




GRUPPO A - CLASSE 1400 - A1

1. GUIDO MINERVINI (FIAT CINQUECENTO) 7'33"56

2. BRUNO GRIFONI (PEUGEOT 205 RALLY) a 1"97

3. CHRISTIAN RAPUZZI (PEUGEOT 205) a 15"79

4. RUGGERO MENDENI (PEUGEOT RALLY) a 20"69

5. JOSEF SVOCES (SKODA FELICIA) a 26"04

6. ANGELA ANDREOLI (PEUGEOT 205) a 27"21

7. ANGELO FRANZONI (PEUGEOT 106) a 31"17

8. EZIO FILINI (PEUGEOT 205 RALLY) a 35"18

9. GINO MENEGHETTI (PEUGEOT 106 XSI) a 39"30

10. FULVIO PEDRETTI (ROVER 114 GTI) a 43"39

11. PIERLUIGI ROSSI (PEUGEOT 205) a 48"59

12. ANTONIO REGHENZANI (PEUGEOT 106 XSI) a 52"55

13. GUIDO CASERZA (FIAT CINQUECENTO) a 53"26

14. PIERO GIRARDI (FIAT CINQUECENTO SPORTING) a 1'46"88




GRUPPO A - CLASSE 1600 - A2

1. ALEXANDER URTHALER (HONDA CIVIC) 7'36"78

2. MASSIMO VEDOVELLO (PEUGEOT 106 KIT) a 0"72

3. ROBERTO STRAZZERI (ALFA ROMEO 33) a 1"20

4. VINCENZO SAVINO (PEUGEOT 106) a 3"36

5. "DARIOESOPO" (ALFA ROMEO 33) a 49"79

6. DANIELE MUSSETOLA (ALFA ROMEO 33) a 1'05"43




GRUPPO A - CLASSE 2000 - A3

1. PIERO LONGHI (RENAULT MEGANE KIT) 6'44"87

2. GIORGIO LEONARDI (PEUGEOT 306 RALLY) a 21"75

3. FABIO COSCARELLA (ALFA ROMEO 156) a 23"04

4. FRANCESCO CRUPI (OPEL ASTRA) a 29"34

5. AMEDEO PANCOTTI (ALFA ROMEO 145 TS) a 34"29

6. DAVIDE D'ELIA (ALFA ROMEO 145) a 40"69

7. FRANCESCO BARESI "ZIO FESTER" (FORD ESCORT RS) a 1'11"05





Fabio Coscarella, terzo di Classe 2000 su Alfa Romeo 156




GRUPPO A - CLASSE 3000 - A4

1. VLADIMIR LISKA (BMW M3) 6'54"25

2. CASIMIRO BARBIERI (BMW M3) a 13"87

3. RAINER KRUG (BMW 325) a 30"40




GRUPPO A - CLASSE OLTRE 3000 - A5

1. NIKO PULIC (BMW M3) 6'41"89

2. ROBERT SENKYR (BMW M3) a 13"19

3. ROBERTO DI GIUSEPPE (LANCIA DELTA) a 22"56

4. STEFANO DELLA ROSSA (FORD ESCORT COSWORTH) a 35"23

5. ANTONIO MANIERO (FORD SIERRA COSWORTH) a 43"84

6. NATALE BAIMA (FORD SIERRA COSWORTH) a 49"68




GRUPPO CHALLENGE SALITA - CLASSE 2000

1. PIERO LONGHI (RENAULT MEGANE KIT) 6'44"87

2. GIOVANNI ANZELONI (BMW 320) a 21"46

3. PELUCHETTI (PEUGEOT 405) a 29"22

4. MASSIMO MASCAGNI (FIAT 500 SPORTING) a 38"54

5. GUIDO MINERVINI (FIAT CINQUECENTO) a 48"69

6. MASSIMO VEDOVELLO (PEUGEOT 106 KIT) a 52"63

7. GUIDO CASERZA (FIAT CINQUECENTO) a 1'41"95

8. PIERO GIRARDI (FIAT CINQUECENTO) a 2'35"57






Giovanni Anzeloni, al secondo tornante dopo lo start. Secondo in Classe 2000 nel Gruppo Challenge Salita.




GRUPPO CHALLENGE SALITA - CLASSE OLTRE 2000 (GT 5)

1. LEONARDO ISOLANI (FERRARI 360 MODENA) 6'47"03

2. FABIO FAUSTINELLI (PORSCHE 993) a 16"61

3. FELICE DUCOLI (RENAULT CLIO TROPHY) a 32"33

4. DARIO BAITA (RENAULT CLIO V6) a 36"15

5. DAMIANO PAGANI (RENAULT 5 GT TURBO) a 36"37

6. LUCIANO DAL BEN (FERRARI F-355) a 48"08



  

Da sinistra: il sempre ottimo Ducoli con la Renault Clio; Luciano Dal Ben, che non manca occasione di esibire una fiammante Ferrari.




GRUPPO CN - CLASSE CN-1

1. MARCO CAPUCCI (AMS PEUGEOT) 7'14"17




GRUPPO CN - CLASSE CN-2

1. ANDREA DE BIASI (OSELLA PA21-S ALFA ROMEO) 6'48"04

2. RAIMONDO SALDI (OSELLA PA21-S ALFA ROMEO) a 3"53

3. ANTONIO ZANIN (OSELLA PA21-S) a 4"90

4. CLAUDIO BARIBBI (OSELLA PA21-S) a 6"51

5. ROSARIO IAQUINTA (OSELLA PA21-S) a 10"51

6. FAUSTO D'ALPAOS (OSELLA PA21-S) a 12"09

7. CARLINO RANZATO (OSELLA PA21-S) a 14"52

8. SILVANO BRANDI (OSELLA PA9-90) a 20"70

9. FRANCESCO ABATE (OSELLA PA21-S) a 20"90

10. GRAZIANO MAMPRIN (OSELLA PA21-S) a 44"72




GRUPPO CN - CLASSE CN-3

1. EMILIO SCOLA (OSELLA PA20-S BMW) 6'24"91

2. MASSIMO GERVASI (OSELLA PA20-S) a 1"53

3. RICCARDO ALA (BOGANI ALFA ROMEO) a 5"71

4. PIETRO ANGELO BALLATORI (LUCCHINI SP 291) a 17"35

5. ERMINIO BONETTI SR. (LUCCHINI) a 36"78




GRUPPO CN - CLASSE CN-4

1. SIMONE FAGGIOLI (OSELLA PA20-S BMW) 5'54"05

2. FRANCO CINELLI (OSELLA PA20-S BMW) a 1"07

3. FABRIZIO FATTORINI (OSELLA PA20-S BMW) a 1"18

4. ARMANDO MANGINI (OSELLA PA20-S BMW) a 9"43

5. ALESSANDRO GABRIELLI (OSELLA PA20-S BMW) a 22"46

6. DOMENICO SCOLA (OSELLA PA20-S BMW) a 1'05"10




GRUPPO CN - CLASSE CN-3 (EUROPEO)

1. FRANZ TSCHAGER (OSELLA PA20-S BMW) 5'53"04

2. GIULIO REGOSA (OSELLA PA20-S BMW) a 1"46

3. OTAKAR KRAMSKY (OSELLA PA20-S BMW) a 6"95

4. FAUSTO BORMOLINI (OSELLA PA20-S BMW) a 11"99

5. RENZO NAPIONE (OSELLA PA20-S BMW) a 21"48






Ogni tanto, anche una foto dal "parco chiuso" è gradita. Questa proviene da Renato Masi.