31. TROFEO VALLECAMONICA - 3/4 luglio 1999

Faggioli a muro, Nesti e Savoldi al...palo

Dovremo ricordare questa trentunesima edizione della Malegno-Borno come quella forse caratterizzata dal maggior numero di incidenti accaduti complessivamente sia in prova che in gara. Il più serio è accaduto a Simone Faggioli, astro nascente delle cronoscalate e figlio del Campione Italiano in carica, il veterano Mario. Il toscano infatti, sbatte contro il guard-rail e si procura una doppia frattura al malleolo destro. Per tutti gli altri piloti protagonisti di incidenti, nessuna conseguenza fisica. L'elenco è piuttosto lungo, riportiamo tra i tanti Manprin (Alfa 155), Erwin Pichler (Bmw), Giuliano Peroni (Osella Pa3), Gabriele Crotti e Renzo Meneghetti entrambi su Lucchini.

Il Trofeo, da 5 anni valido per il Campionato Europeo, saluta un'altra splendida vittoria di Pasquale Irlando, che approfitta dell'occasione anche per spazzare via il record del tracciato che apparteneva a Fabio Danti, a oltre 140 Kmh di media. Il pilota pugliese, pur se in chiara giornata di grazia e in grado di non lasciar nulla agli avversari, ha tuttavia avuto meno difficoltà del solito: infatti, uno dei principali favoriti, Mirko Savoldi, sfortunatamente non ha potuto prendere il via della gara, avendo rotto il motore durante le prove del sabato. C'è anche Mauro Nesti con la sua Breda-Bmw, ma la sua vettura ha problemi elettronici e quindi non parte. Per il 64enne pilota toscano è questa, ad oggi - ma conoscendo la "scorza" del Re della Montagna vien da dire "mai dire mai"... - la sua ultima partecipazione a Malegno. Il discorso per Fabio Danti invece è diverso: da alcuni anni si dedica al progetto Skoda e, pur essendo in grado con questa vettura di contrastare la potenza di parecchi Prototipi, non può però far parte della "rosa" dei favoriti alla vittoria assoluta. Un altro avversario in meno per Irlando, quindi.

A fare il possibile ci prova comunque un ottimo Franz Tschager, che pur penalizzato da problemi di assetto sulla sua Lucchini, riesce ad ogni modo a strappare un brillante secondo posto, davanti al mai domo Regosa che ogni anno accarezza la speranza di vincere a Borno e pur tirando fuori tutti gli artigli possibili non ci riesce mai. Splendido terzo posto assoluto per lui che può sventolare in alto la bandiera di casa.

Bell'esordio al volante di una vettura Sport per il ceco Otakar Kramsky, primo classificato tra gli stranieri, così come per Alessandro Gabrielli che porta al debutto la neonata Picchio Bmw, splendida biposto dalla linea originale e aggressiva.

Nulla da fare per i piloti italiani dei Gruppi N e A: sono rispettivamente gli stranieri Pulic (Croazia) su Bmw M3 e Jurena (Slovacchia) su Ford Escort Cosworth a vincere i Gruppi nella graduatoria continentale. Per quel che riguarda invece il Civm, il Gruppo N è vinto dal "solito" Giobbi (Bmw M3) mentre in Gruppo A primeggia Leo Bajardo su Opel Astra.

Nel Gruppo Supersalita, spettacolare prestazione da parte di Fabio Danti con la Skoda a una media che supera i 120 Km orari staccando di 2 secondi l'altrettando spettacolare Pezzolla. Per Danti sarà purtroppo la sua ultima presenza in Valcamonica...

 

 

 CLASSIFICA ASSOLUTA

1. PASQUALE IRLANDO (OSELLA PA-20 S) 7'31"24 - Kmh 140,143

2. FRANZ TSCHAGER (LUCCHINI BMW) a 9"37

3. GIULIO REGOSA (OSELLA PA-20 BMW) a 12"62

4. FRANCO CINELLI (OSELLA PA-20 S) a 16"09

5. ARCANGELO CRESCENZA (OSELLA PA-20 S) a 31"78

6. RENZO NAPIONE (OSELLA PA-20 S) a 34"79

7. OTAKAR KRAMSKY (OSELLA PA-20 S) a 41"34

8. ROSARIO IAQUINTA (OSELLA PA-20 S ALFA ROMEO) a 42"79

9. LUCIO FERRARI (OSELLA PA-20 S FORD) a 1'05"42

10. NELLO GNESATO (OLMAS BMW) a 1'08"75

 

 

 

 

 



 

 Il secondo classificato, Franz Tschager


 

 

 


 

CATEGORIA AUTOSTORICHE

1. LUIGI MORESCHI (CHEVRON FORTINA LANCIA) 9'27"11

2. ROBERTO BENELLI (OSELLA PA-9) a 14"96

 

 

 

 

Roberto Benelli, 2° Assoluto nelle Autostoriche con l'Osella Pa/9 (foto di Marco Garbin)

 

 

 

Sopra: la partenza di Otello Ronchi a bordo di una Bmw 2002TI del 1971 categoria Auto Storiche con cui è giunto 3° nella sua classe.

(un ringraziamento allo stesso Otello Ronchi per aver gentilmente offerto foto e classifiche)

 

GRUPPO N - CLASSE 1300

1. RENZO INGRASSIA (PEUGEOT 106 RALLY) 10'27"91 - Kmh 100,907

2. GIACCHINO BONGIOVANNI (PEUGEOT 205 RALLY) a 0"17

3. CLAUDIO PALMA (PEUGEOT 106 RALLY) a 4"67

4. GIOVANNI REGIS (PEUGEOT 106 RALLY) a 12"00

5. ROBERTO CHIAVAROLI (PEUGEOT 106 RALLY) a 18"97

6. RUGGERO MENDENI (PEUGEOT 106) a 27"39

7. NORMAN PUNTER (PEUGEOT 205 RALLY) a 27"64

8. BORTOLO MENDENI (PEUGEOT 205 RALLY) a 29"22

9. JOHANN GUFLER (PEUGEOT 205 RALLY) a 31"03

10. ANTONIO RIGAMONTI (PEUGEOT 106 RALLY) a 37"43

11. ANGELO FRANZONI (PEUGEOT 205 RALLY) a 37"86

12. PIERLUIGI BURLOTTI (PEUGEOT 205 RALLY) a 39"04

13. FILIPPO TIGNONSINI (PEUGEOT 106 RALLY) a 43"86

14. RICCARDO VEDOVELLO (PEUGEOT 106 RALLY) a 52"84

15. MARIO BURLOTTI (PEUGEOT 205 RALLY) a 59"52

16. MARCO BALLARDINI (PEUGEOT 106 RALLY) a 1'00"91

17. GABRIELE LAMPERTI (PEUGEOT 205 RALLY) a 1'02"10

18. SIMONA GIRELLI (PEUGEOT 205 RALLY) a 1'50"50

 

 

 

  

GRUPPO N - CLASSE 1600

1. SERAFINO LA DELFA (HONDA CIVIC) 10'04"31 - Kmh 104,847

2. GIUSEPPE MARTINAZZI (HONDA CIVIC) a 8"28

3. FABRIZIO VETTOREL (PEUGEOT 106 RALLY) a 22"45

 

 

 

 

GRUPPO N - CLASSE 2000

 

 1. RAIMONDO SALDI (OPEL ASTRA GSI) 9'52"66 - Kmh 106,908

2. GIANNI MARCHIOL (HONDA INTEGRA) a 3"38

3. VALTER RUSSO (RENAULT CLIO WILLIAMS) a 5"84

4. BRUNO NEGRENTE (RENAULT CLIO WILLIAMS) a 13"42

5. ALDO RAGGI (HONDA TAV) a 15"41

6. DARIO BAITA (RENAULT CLIO WILLIAMS) a 19"27

7. ROBERTO TOTTOLI (OPEL ASTRA) a 19"99

8. ANGELO CORINTO (RENAULT CLIO WILLIAMS) a 20"91

9. CUDIZ (RENAULT CLIO WILLIAMS) a 26"09

10. GIANLUIGI PELUCCHETTI (OPEL ASTRA) a 28"50

11. ANDREA MAME' (PEUGEOT 306) a 2'21"59






Roberto Tottoli, uno dei più assidui frequentatori del Trofeo Vallecamonica (©Alquati)

 

GRUPPO N - CLASSE 2500

1. MARIANO MINORE (BMW 325 COUPE') 10'55"67 - Kmh 96,633



 

 

 

 GRUPPO N - CLASSE OLTRE 2500

 

1. PETER JURENA (FORD ESCORT COSWORTH) 9'17"81 - Kmh 113,587

2. CLAUDIO GIOBBI (BMW M3 3.2) a 6"01

3. MAURIZIO IACOANGELI (BMW M3) a 15"16

4. TOMAS VAVRINEC (FORD ESCORT COSWORTH) a 24"26

5. PABLO BIOLGHINI (FORD ESCORT COSWORTH) a 27"99

6. SIMONE SPATTI (FORD ESCORT COSWORTH) a 41"81

7. ALDO BRUSA (FORD ESCORT COSWORTH) a 42"73

8. DAVIDE GRILLO (MITSUBISHI EVO V) a 47"64







Pablo Biolghini, quinto classificato di Classe N+2500 (©Alquati)

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE 1000

1. VLADIMIRO CAMPA (FIAT CINQUECENTO) 12'52"23 - Kmh 82,048

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE 1300

1. SILVIO SALINO (PEUGEOT 205 RALLY) 9'58"20 - Kmh 105,918

2. ARMIN HAFNER (PEUEOT 205 RALLY) a 21"77

3. MASSIMO VEDOVELLO (PEUGEOT 205 RALLY) a 25"03

4. VINCENZO SAVINO (PEUGEOT 205 RALLY) a 38"90

5. PIETRO FACCHETTI (VOLKSWAGEN POLO) a 40"41

6. GINO MENEGHETTI (PEUGEOT 106 SI) a 1'00"27

7. MICHAL SLOVACEK (LADA SAMARA) a 1'05"30

8. WALTER CAPELLINI (PEUGEOT 106 SI) a 1'21"25

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE 1600

1. LINO VARDANEGA (HONDA CIVIC) 9'36"50 - Kmh 109,905

2. PAOLO ROMANO (OPEL CORSA) a 23"54

3. GIANANTONIO FRANZONI (ALFA ROMEO 33) a 24"29

4. VITO GUARINI (ALFA ROMEO 33) a 38"92

5. ROBERTO STRAZZERI (ALFA ROMEO 33) a 50"11

6. MASSIMO BURATO (OPEL CORSA GSI) a 1'42"59

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE  2000

1. LEO BAJARDO (OPEL ASTRA 16V) 9'36"14 - Kmh 109,973

2. AMEDEO PANCOTTI (ALFA ROMEO 145 TS) a 4"73

3. ELIGIO BUTTURINI (OPEL ASTRA) a 22"94

4. ANGELO FERRARI (PEUGEOT 309 GTI) a 26"72

5. MARCO CARLO MAESTRI (OPEL ASTRA) a 29"88

6. MAURIZIO MARINIGH (RENAULT CLIO WILLIAMS) a 30"15

7. RADIM FREIBERG (RENAULT CLIO WILLIAMS) a 42"05

8. ADOLFO BROCCHI (ALFA ROMEO 156 TS) a 1'55"61







Eligio Butturini, patron della scuderia "Bresciarally"

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE   2500

1. RAINER KRUG (BMW 325 I) 10'24"48 - Kmh 99,933

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE OLTRE 2500

1. NIKO PULIC (BMW M3) 9'12"66 - Kmh 114,645

2. VLADIMIR LISKA (BMW M3) a 17"57

3. MARIO RAVELLI (ALFA ROMEO 75 V6) a 1'21"36

 

 

 

 

GRUPPO SUPERSALITA - CLASSE A/1

1. MASSIMO COZZOLI (PEUGEOT 106 KIT) 9'41"39 - Kmh 108,980

2. FELICE DUCOLI (FORD PUMA KIT) a 12"77

3. FEDERICO RAFFETTI (SKODA FELICIA FUN) a 15"48

4. GIANPIETRO GIUDICI (FIAT UNO) a 17"02

5. LUCIANO VEDOVATI (FIAT SEICENTO SPORTING KIT) a 2'25"06

 

 

 

GRUPPO SUPERSALITA - CLASSE A/ 2

1. FABIO DANTI (SKODA OCTAVIA WAGON) 8'46"08 - Kmh 120,438

 

 

 

GRUPPO SUPERSALITA - CLASSE A/3

1. ORONZO PEZZOLLA (SKODA OCTAVIA TURBO) 8'48"08 - Kmh 119,982

2. GIRELLI (LANCIA DELTA PROTO) a 51"68

 

 

 

GRUPPO SUPERTURISMO D2

1. ADRIANO ZERLA (HONDA ACCORD D2) 9'00"10 - Kmh 117,312






La partenza di Adriano Zerla, pilota camuno che da qualche tempo inizia a cogliere importanti risultati.

 

 

 

GRUPPO PROTOTIPI - CLASSE P/3

1. LUCIO FERRARI (OSELLA PA20-S FORD) 8'36"66 - Kmh 122,634

2. FABIO FAUSTINELLI (LUCCHINI ALFA ROMEO) a 18"33

3. STEFANO PERONI (OSELLA PA20-S FORD) a 43"71

 

 

 

GRUPPO PROTOTIPI - CLASSE P/2

1. ROSARIO IAQUINTA (OSELLA PA20-S ALFA ROMEO) 8'14"03 - Kmh 128,251

2. MAURIZIO GIOVANNINI (LUCCHINI ALFA ROMEO) a 42"63

3. GIUSEPPE PRESTI (LUCCHINI ALFA ROMEO) a 49"22

4. ERMINIO BONETTI (LUCCHINI ALFA ROMEO) a 1'30"12






La nuova e interessante Picchio portata in gara da Alessandro Gabrielli (foto di Marco Garbin)

 

 

 

 

GRUPPO PROTOTIPI - CLASSE P/1

1. PASQUALE IRLANDO (OSELLA PA-20S BMW) 7'31"24 - Kmh 140,413

2. FRANZ TSCHAGER (LUCCHINI BMW) a 9"37

3. GIULIO REGOSA (OSELLA METRA BMW) a 12"62

4. FRANCO CINELLI (OSELLA PA20-S BMW) a 16"09

5. ARCANGELO CRESCENZA (OSELLA PA20-S BMW) a 31"78

6. RENZO NAPIONE (OSELLA PA20-S BMW) a 34"79

7. OTAKAR KRAMSKY (OSELLA PA20-S BMW) a 41"34

8. NELLO GNESATO (OLMAS BMW) a 1'08"75

9. LUIGI AMADIO (BREDA BMW 3000) a 1'20"92

10. ALESSANDRO GABRIELLI (PICCHIO BMW) a 1'46"02

11. GIUSEPPE CHIMINELLI (LUCCHINI BMW) a 12'10"43




 

A sinistra: l'Osella Pa-20S di Franco Cinelli alla partenza. A destra: una delle ultime partecipazioni del veterano Nello Gnesato (©Alquati)