30. TROFEO VALLECAMONICA - 27/28 giugno 1998

Irlando contro il cielo

Dopo 3 anni Pasquale Irlando torna a vincere la "Malegno-Borno", rispettando tutti i pronostici che lo davano per favorito. Il forte driver pugliese ha distanziato di ben 6 secondi - sulle due manches - il Campione Italiano Mirko Savoldi. Il bresciano ha fatto quel che ha potuto con la sua Lucchini P1/98, vettura molto competitiva ma in questa stagione non al meglio della condizione: brillante sul misto ma penalizzata in più occasioni sui tratti veloci. Dopo aver fatto il miglior tempo nelle prove ufficiali, Savoldi ha invece avuto in gara alcuni problemi di assetto. Nell'estremo tentativo di migliorarsi, tra la prima e la seconda manche è intervenuto sulla vettura ma senza ottenere i risultati sperati e anzi, peggiorando ulteriormente la situazione e appesantendo il distacco finale: il suo tempo nella seconda salita infatti è stato superiore di 4" rispetto a quello ottenuto in prima manche. Contro un Irlando così in forma ma soprattutto contro un'Osella perfetta, non c'era comunque da sperare più di tanto in una sovversione del pronostico. Anzi forse la vittoria di Irlando avrebbe potuto essere anche più schiacciante se non fosse stato lievemente rallentato dal solito principio di acquazzone - puntuale come il panettone a Natale... - sempre pronto a cadere in prossimità di fine gara. La lotta per il gradino più basso del podio è invece una sorta di "passeggiata" per Regosa, finalmente alla guida di una vettura degna del suo piede: il "Baffo Volante" ha infatti chiuso al terzo posto staccando nettamente i suoi diretti avversari, Nesti e Baribbi. Questi ultimi due sono stati autori di un duello stile "vecchi tempi", ritrovandosi a distanza di anni a scontrarsi uno contro l'altro a suon di centesimi. Purtroppo non per le posizioni di vertice, però: il toscano, indiscusso Re della Montagna, a 63 anni continua a girare l'Italia in lungo e in largo mietendo applausi di ammirazione a ogni cronoscalata, ma la sua avventura nelle salite pare stia volgendo lentamente al termine, complice anche l'aver accettato la sfida di sviluppare l'impegnativo progetto Breda, vettura competitiva ma anche piena di problemi, alla guida della quale Nesti alternerà le sue ultime vittorie assolute con frequenti escursioni fuori pista o a muro. Per quel che riguarda Baribbi, va detto che il bresciano è al suo ennesimo rientro alle competizioni ma oramai anche lui sta dirigendo il suo cammino nelle cronoscalate verso la porta d'uscita: le sue partecipazioni alle salite, sempre più sporadiche, lo fanno presagire in modo assai evidente ed i risultati, comunque sempre di tutto rispetto, non riescono più a soddisfarlo, tant'è che più volte dichiara di voler scoprire "qual'è il vero Baribbi attuale". Ci penserà il figlio, Claudio, a portare a casa un fantastico 1° posto assoluto nelle Auto Storiche con una vecchia Osella Pa-5.

Le buone condizioni climatiche e la pista asciutta ristabiliscono le "gerarchie" tra i Prototipi e il vincitore dell'anno passato, Antonino La Vecchia: questa volta non può certo lottare per la vittoria assoluta, ma la vittoria nel Gruppo Supersalita lo porta comunque al 9°posto assoluto davanti a numerosi prototipi di categoria superiore. E sempre nel Gruppo Supersalita, in Classe A/1 stravince Fabio Danti su Skoda (anche se in realtà rincresce di non vederlo all'opera con l'Osella...) mentre in A/2 uno dei favoriti, Denny Zardo, esce di pista e lascia via libera a Pichler. Svariate le uscite di scena dei protagonisti, tra cui il trentino Ferrari e De Gasperi (quest'ultimo portato in ospedale fortunatamente senza gravi conseguenze), e pure Rudy Bicciato che nonostante aver toccato contro un muro termina la prima manche davanti a tutti (e, giusto per non perderci il gusto, anche il Gruppo N...). In Gruppo A invece non c'è niente da fare contro il solito Kramsky e il suo "mostro" di Bmw: per tutti gli altri, briciole.

In classifica finale invece manca Franz Tschager: dopo i buoni risultati nelle prove, l'altoatesino termina la corsa dopo poche curve: il pilota prende male un dosso, la vettura si gira e ciao gara. Andrà meglio un'altra volta, e lo dimostrerà ampiamente più avanti...

 

 

 CLASSIFICA ASSOLUTA

1. PASQUALE IRLANDO (OSELLA PA-20 S) 7'37"37 - Kmh 138,531

2. MIRKO SAVOLDI (LUCCHINI P1/98) a 6"01

3. GIULIO REGOSA (OSELLA PA-20 S) a 13"58

4. MAURO NESTI (BREDA BMW) a 19"01

5. EZIO BARIBBI (OSELLA PA-20) a 19"41

6. ERASMO BOLOGNA (OSELLA PA-20 S BMW) a 25"65

7. RENZO NAPIONE (OSELLA PA-20 BMW) a 28"20

8. FAUSTO BORMOLINI (LUCCHINI P3/94) a 33"88

9. ANTONINO LA VECCHIA (ALFA ROMEO 155 V6 TI) a 43"12

10. MARIO FAGGIOLI (OSELLA PA-20 S) a 47"30

 

 

 

   

 

 

 

  

Sopra: l'Osella Pa20 di Irlando si schiera alla partenza.

 

 

   

   


 

CATEGORIA AUTOSTORICHE

(manche unica)

1. CLAUDIO BARIBBI (OSELLA PA-5)

2. ROBERTO BENELLI (OSELLA PA-9)

 

GRUPPO N - CLASSE 1300

1. GIOVANNI REGIS (PEUGEOT 106 RALLY) 10'33"53 - Kmh 100,011

2. PIETRO COLLIA (PEUGEOT 106 RALLY) a 1"43

3. DONATO SEMERARO (PEUGEOT 106 RALLY) a 3"13

4. VINCENZO PANGRAZI (PEUGEOT 106 RALLY) a 3"34

5. TOSINI (PEUGEOT 205 RALLY) a 4"12

6. CLAUDIO PALMA (PEUGEOT 106 RALLY) a 6"12

7. ROBERTO CHIAVAROLI (PEUGEOT 106 RALLY) a 9"74

8. ERMINIO BONETTI (PEUGEOT 106) a 33"49

9. NORMAN PUNTER (PEUGEOT 205 RALLY) a 34"78

10. PIERLUIGI BURLOTTI (PEUGEOT 205 RALLY) a 36"24

11. STEFANO MONTECUCCO (PEUGEOT 106 RALLY) a 40"39

12. PIERMARIO FRANZINI (PEUGEOT 106 RALLY) a 53"40

13. MARIO BURLOTTI (PEUGEOT 205 RALLY) a 57"40

14. RICCARDO VEDOVELLO (PEUGEOT 106 RALLY) a 1'07"10

15. CHRISTIAN VALSECHINI (PEUGEOT 106 RALLY) a 1'20"90

16. NICOLA SPAGNOLI (PEUGEOT 205 RALLY) a 1'21"64

 

 

 

GRUPPO N - CLASSE 1400

1. DARIO SPANDRI (PEUGEOT 106 XSI) 11'17"50 - Kmh 93,520

 

GRUPPO N - CLASSE 1600

1. OSCAR RAFFETTI (HONDA CIVIC VTEC) 10'31"82 - Kmh 100,282

2. MAURIZIO MENSI (PEUGEOT 205 GTI) a 23"01

3. EMANUELE SPOSETTI (PEUGEOT 205 GTI) a 23"62

4. FULVIO PEDRETTI (ROVER 216) a 24"34

5. ROBERTO MOGENTALE (PEUGEOT 106 RALLY) a 26"48

6. GAUDENZIO FRANZONI (PEUGEOT 205 GTI) a 28"00

7. ADRIANO ZACCARIA (ROVER 216) a 35"67

8. ANTONIO REGHENZANI (PEUGEOT 205 GTI) a 1'04"73

 

 

 

 

GRUPPO N - CLASSE 2000

 

 1. RAIMONDO SALDI (OPEL ASTRA GSI) 9'59"00 - Kmh 105,776

2. ROBERTO TOTTOLI (OPEL ASTRA) a 11"10

3. VALTER RUSSO (RENAULT CLIO WILLIAMS) a 15"20

4. CLAUDIO BERTOLI (RENAULT CLIO WILLIAMS) a 17"58

5. ANGELO CORINTO (RENAULT CLIO WILLIAMS) a 22"45

6. MAURIZIO MARINGH (RENAULT CLIO WILLIAMS) a 28"79

7. SERGIO SCARONI (FORD ESCORT COSWORTH) a 2'06"41

 

GRUPPO N - CLASSE 2500

1. NICOLA SPATTI (RENAULT 5 GT TURBO) 10'25"48 - Kmh 101,298

2. SIMONE SPATTI (RENAULT 5 GT TURBO) a 1"36

 

 

 

 

GRUPPO N - CLASSE OLTRE 2500

1. RUDY BICCIATO (FORD ESCORT COSWORTH) 9'23"67 - Kmh 112,406

2. GIANNI DI FANT (BMW M3) a 3"68

3. PABLO BIOLGHINI (FORD ESCORT COSWORTH) a 6"00

4. PETER JURENA (FORD ESCORT COSWORTH) a 8"19

5. NIKO PULIC (BMW M3) a 10"07

6. MIROSLAV NYDRLE (FORD ESCORT RS) a 20"27

7. MARIANO BELLIN (BMW M3 E36) a 22"70

8. MARIO MURGIA (FORD ESCORT COSWORTH) a 28"38

9. JIRI VOVES (SUBARU IMPREZA) a 29"65

10. ALDO BRUSA (FORD ESCORT COSWORTH) a 30"84

11. ROBERTO RAVELLI (FORD ESCORT COSWORTH) a 36"44

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE 1300

1. VINCENZO SAVINO (PEUGEOT 205 RALLY) 10'48"07 - Kmh 97,767

2. ARNALDO VILLANI (PEUGEOT 106) a 17"99

3. PIERLUIGI ROSSI (PEUGEOT 205 RALLY) a 19"97

4. GIORDANO MAFFEIS (PEUGEOT 205 RALLY) a 31"78

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE 1400

1. WALTER CAPPELLINI (PEUGEOT 106 XSI) 11'52"09 - Kmh 88,978

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE 1600

1. GIORGIO LEONARDI (PEUGEOT 106 GTI) 9'48"31 - Kmh 107,698

2. ALEX URTHALER (HONDA CIVIC) a 15"14

3. DOMENICO PALAZZO (HONDA CIVIC) a 18"41

4. MASSIMO COZZOLI (OPEL CORSA GSI) a 41"10

5. DIEGO CASTELLI (PEUGEOT 205 GTI) a 1'21"00

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE  2000

1. ATTILIO GIRELLI (RENAULT CLIO WILLIAMS) 9'37"73 - Kmh 109,671

2. AMEDEO PANCOTTI (ALFA ROMEO 145 TS) a 5"02

3. DIEGO GIRELLI (RENAULT CLIO WILLIAMS) a 10"69

4. ANGELO FERRARI (PEUGEOT 309 GTI) a 20"61

5. DAVIDE GRILLO (OPEL ASTRA GSI) a 22"89

6. ALBERTO ARMENI (RENAULT CLIO WILLIAMS) a 23"72

7. DARIO BAITA (RENAULT CLIO WILLIAMS) a 27"09

8. GIANLUIGI PELUCCHETTI (OPEL ASTRA GSI) a 30"30

9. ELIGIO BUTTURINI (OPEL ASTRA GSI) a 30"68

10. MARIANO TOSETTO (OPEL KADETT GSI) a 32"35

11. CLAUDIA COLO' (PEUGEOT 309 GTI) a 1'12"93

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE OLTRE 2500

1. OTAKAR KRAMSKY (BMW M3) 8'54"89 - kmh 118,454

2. VLADIMIR LISKA (BMW M3) a 29"75

3. CASIMIRO BARBIERI (BMW M3) a 34"87

4. FELICE DUCOLI (FORD ESCORT COSWORTH) a 46"27

5. FABIO FAUSTINELLI (ALFA ROMEO 155 TI) a 46"66

6. FRANCESCO BARESI (FORD ESCORT RS) a 1'25"80

 

 

 

 

Felice Ducoli, 4° di Classe su Ford Escort Cosworth (foto Alquati)

 

 

 

GRUPPO SUPERSALITA - CLASSE A/1

1. FABIO DANTI (SKODA FELICIA) 9'10"09 - Kmh 115,181

2. FEDERICO RAFFETTI (SKODA FELICIA) a 31"44

3. ORONZO PEZZOLLA (SKODA FELICIA FUN PICKUP) a 1'09"44

4. GIUSEPPE CASTELLANO (CITROEN SAXO CUP) a 1'17"16

 

 

 

GRUPPO SUPERSALITA - CLASSE A/ 2

1. ERWIN PICHLER (BMW 320) 8'42"52 - Kmh 121,259

2. ADRIANO ZERLA (PEUGEOT 405 MI16) a 15"76

3. GIANCARLO RONCHI (RENAULT CLIO MAXI) a 54"74

 

 

 

GRUPPO SUPERSALITA - CLASSE A/3

1. ANTONINO LA VECCHIA (ALFA ROMEO 155 V6 TI) 8'20"49 - Kmh 126,596

2. GIOVANNI ANZELONI (ALFA ROMEO 155 GTA) a 36"36

3. ROBERTO SILLI (RENAULT MEGANE MAXI) a 53"73

 

 

 

GRUPPO SUPERCAR GT

1. GINO RAINER (PORSCHE 911) 9'33"96 - Kmh 110,390

2. LUCIANO DAL BEN (FERRARI F355) a 53"93

 

 

 

GRUPPO PROTOTIPI - CLASSE C3

1. FAUSTO BORMOLINI (LUCCHINI P3/94) 8'11"25 - kmh 128,977

2. LUIGI BORMOLINI (OSELLA PA-9) a 23"66

3. ADRIANO PARLAMENTO (MARCH SPORT) a 24"60

4. ERICH OPPINGER (OSELLA PA-9) a 27"20

 

 

 

GRUPPO PROTOTIPI CN - CLASSE P/5

1. MARCO CAPUCCI (AMS PEUGEOT) 9'52"80 - Kmh 106,882

 

 

 

GRUPPO PROTOTIPI CN - CLASSE P/3

1. GIULIANO PERONI (OSELLA PA-20 FORD) 8'41"09 - Kmh 121,591

2. MAURIZIO GIOVANNINI (LUCCHINI) a 27"09

3. FAUSTO D'ALPAOS (LUCCHINI OPEL) a 29"63

4. SIMONE FAGGIOLI (OSELLA PA-20 RENAULT) a 38"55







 Erasmo Bologna su Osella.

 

 

GRUPPO PROTOTIPI CN - CLASSE P/2

1. MARIO FAGGIOLI (OSELLA PA-20S BMW) 8'24"67 - Kmh 125,547

2. RENZO MAGGIANI (OSELLA PA-20 S BMW) a 6"15

3. ROBERTO BIASIOLI (LUCCHINI BMW) a 6"70

4. EMILIO SCOLA (OSELLA PA-20S ALFA ROMEO) a 13"18

5. MASSIMO GERVASI (BREDA ALFA ROMEO) a 25"14

6. VINCENZO ZANINI (OSELLA PA-12) a 49"19

7. GABRIELE CROTTI (LUCCHINI ALFA ROMEO) a 53"99

8. GIUSEPPE PRESTI (LUCCHINI ALFA ROMEO) a 56"40

 

 

 

GRUPPO PROTOTIPI CN - CLASSE P/1

1. PASQUALE IRLANDO (OSELLA PA-20S BMW) 7'37"37 - Kmh 138,531

2. MIRKO SAVOLDI (LUCCHINI BMW) a 6"01

3. GIULIO REGOSA (OSELLA PA-20 S) a 13"58

4. MAURO NESTI (BREDA BMW) a 19"01

5. EZIO BARIBBI (OSELLA PA-20S BMW) a 19"41

6. ERASMO BOLOGNA (OSELLA PA-20 S BMW) a 25"65

7. RENZO NAPIONE (OSELLA PA-20 S BMW) a 28"20

8. LUCA PACINI (OSELLA PA-20 S BMW) a 50"24

9. JOSEF KRECMER (LUCCHINI P396 M) a 56"82

10. NELLO GNESATO (OLMAS BMW) a 1'13"90






Mirko Savoldi scatta dal via con la Lucchini Bmw (archivio Gdb)