24. TROFEO VALLECAMONICA - 13/14 giugno 1992

Nesti-Baribbi: la sfida continua!

 

Edizione segnata anche quest'anno dal "rischio-pioggia" ma che ha risparmiato in extremis la salita degli ultimi concorrenti impegati con i prototipi. Ezio Baribbi, dopo lo strepitoso successo su Mauro Nesti l'anno scorso, giocatosi sul filo dei centesimi, concede al pubblico - e in particolare ai suoi numerosi fans bresciani e non solo - uno storico "bis", rifilando al "Re della Montagna" oltre un secondo. Per la veritÓ i tempi dei "big" questa volta non sono particolarmente brillanti e leggermente al di sopra della media; solamente alcuni protagonisti dei gruppi minori (tra i quali un ottimo Nataloni) riescono a scendere sotto il tempo della passata edizione. Il pubblico anche quest'anno accorre numeroso, ma sembrano ormai lontani i tempi della folla strabocchevole: la specialitÓ motoristica delle salite sta subendo un momento di flessione, complice anche un notevole calo di interesse da parte dei media (in particolar modo le Tv, che alle cronoscalate dedicano sempre meno spazio e in orari sempre pi¨ impossibili!). Si sente la necessitÓ di un rilancio del "Mondo delle Salite" e in un futuro immediato vedremo che ci sarÓ qualcuno che quantomeno ci proverÓ.

Per la cronaca, anche quest'anno Giulio Regosa deve dire arrivederci al suo sogno di vincere la gara di casa, che a questo punto per lui appare quasi come stregata. Inizia il breve ma importante apprendistato tra i prototipi per Fabio Danti: il suo cammino verso i vertici sarÓ davvero breve. Tra i protagonisti di quest'anno abbiamo anche Gianni Giudici, specialista nelle gare di Turismo Internazionali in pista ma che ogni tanto non disdegna di fare qualche apparizione in Montagna. Inizia una nuova avventura Giuseppe Tambone, il cui compito Ŕ di svezzare - e magari portare alla vittoria... - la nuova PRC del pilota-costruttore Paganucci. Il bresciano Ŕ ormai alle sue ultime stagioni agonistiche, i risultati tardano ad arrivare e il campione scomparirÓ improvvisamente dalla scena motoristica. Un altro ad intraprendere una nuova avventura Ŕ Ivan Butti: la sua nuova Giada Ŕ una vettura molto interessante ed originale. Promette bene, ma la strada per l'assoluto Ŕ...in salita! Mentre i duelli nei Gruppi N e A sono come sempre un affare tra "Susy", Abate, Bisinelli e Cappellari - tra i quali si inseriscono sempre brillantemente i piloti locali a dar pi¨ pepe alla "bagarre" - un altro futuro campione inizia a sgomitare per assicurarsi un posto tra i primi: Ŕ l'altoatesino Franz Tschager (sconosciuto al punto che su alcuni elenchi degli iscritti viene riportato come "Taschmagher"...). Con la sua VW Scirocco sale da far paura e non serve neppure il cronometro per capire che va nettamente pi¨ forte della Ritmo di De Nale, che giungerÓ alle sue spalle. Alla Malegno-Borno fa una sua apparizione anche Giovanni Cassibba, uno degli "imperatori" delle cronoscalate del Sud Italia. E' quarto assoluto, ma ad un cronoman alla sua prima esperienza su questo percorso non si poteva chiedere di pi¨.

 

 

 

CLASSIFICA ASSOLUTA

1. EZIO BARIBBI (OSELLA PA-9 2500) 3'58"07 - Kmh 133,070

2. MAURO NESTI (OSELLA PA 9-90) a 1"29

3. PASQUALE IRLANDO (OSELLA PA-9) a 5"38

4. GIOVANNI CASSIBBA (OSELLA PA-9) a 9"11

5. GIUSEPPE TAMBONE (PAGANUCCI BMW) a 12"13

6. ROBERTO BIASIOLI (LUCCHINI) a 17"01

    7. GIANMARIA CASTELLI (LUCCHINI) a 23"20

8. ANTONIO ROSSETTO (LOLA 594 FORD) a 25"68

9. VINCENZO ZANINI (OSELLA PA-9) a 25"75

10. FAUSTO BORMOLINI (STENGER) a 25"90

 

 

 

 

 

 

 Sopra: Giulio Regosa, protagonista sfortunato di questa Malegno-Borno, comunque 2░ in Classe 2500 (foto di Marco Garbin)

 

 

 


 

 

GRUPPO N - CLASSE 1300

1. WALTER RUSSO (PEUGEOT RALLY) 5'29"25

2. CLAUDIO BERTOLI (PEUGEOT 205 RALLY)

3. MARCO PETRELLI (PEUGEOT 205 RALLY)






La giovane -e brava!- Maria Paola Fracassi

 

 

 

GRUPPO N - CLASSE 1400

 

1. LOTTE TRIBUS (CITROEN AX) 5'53"77

2. ALESSANDRO TURMOLINI (FIAT UNO 70)

 

GRUPPO N - CLASSE 1600

1. ERWIN PICHLER (PEUGEOT 205) 5'15"82

2. ALBERTO ARMENI (PEUGEOT 205)

3. FRANCO STEFANELLI (HONDA CIVIC)

 

 

 

 

GRUPPO N - CLASSE 2000

 

 1. RUDI BICCIATO (OPEL KADETT GSI) 5'09"37

2. ENZO AURENGHI (OPEL KADETT GSI)

3. ALBERTO SPIGOLON (PEUGEOT 309 GT)

 

GRUPPO N - CLASSE 2500

1. ANTONELLO ZANIN (RENAULT 5 GT TURBO) 4'58"80

2. DOMENICO DALL'O (RENAULT 5 GT TURBO)

3. PERICLE BIANCHI (BMW M3)

 

 

 

GRUPPO N - CLASSE OLTRE 2500

1. "SUSY" (FORD SIERRA COSWORTH) 4'39"47

2. FRANCESCO ABATE (FORD SIERRA 4x4)

3. PIETRO TOSINI (FORD SIERRA COSWORTH)

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE 1300

1. MARCO ZANELLA (SUZUKI SWIFT) 5'06"26

2. ARNALDO PIERACCINI (PEUGEOT 205 RALLY)

3. GIANBATTISTA SERPA (PEUGEOT RALLY)

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE 1400

1. ANTONIO TOMASI (FIAT  UNO 70) 5'22"38

2. PIETRO ROCCO (FIAT UNO 70)

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE 1600

1. GIANANTONIO FRANZONI (ALFA ROMEO 33) 5'09"56

2. MARCO FINIGUERRA (TOYOTA COROLLA)

3. TIZIANO MARTINELLI (A.R. 33)

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE 2000

1. FRANZ TSCHAGER (VOLKSWAGEN SCIROCCO 16V) 4'47"79

2. ANGELO DE NALE (FIAT RITMO 130)

3. ANGELO BONAVENTI (OPEL KADETT GSI)

 





L'altoatesino Franz Tschager dimostra subito di che pasta Ŕ fatto, vincendo la Classe A/2000

 

 

GRUPPO A - CLASSE 2500

1. LUCA CAPPELLARI (BMW M3) 4'33"27

2. ENNIO BISINELLI (BMW M3)

3. MAURIZIO JACOANGELI (BMW M3)

 

 

 

 

Gianni Giudici con l'Alfa Romeo Superturismo

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE OLTRE 2500

1. GERMANO NATALONI (LANCIA DELTA INTEGRALE) 4'39"53

2. GIANFRANCO MARIOLINI (LANCIA DELTA INTEGRALE)

3. FELICE DUCOLI (LANCIA DELTA INTEGRALE)

 

 

 

  


 

Felice Ducoli, a sinistra con la Lancia Delta Integrale, si piazza dietro all'altra Delta di Mariolini (a destra)

 

 

 

GRUPPO PROTOTIPI - CLASSE 1600

1. FAUSTO BORMOLINI (STENGER) 4'23"97

 

 

 

GRUPPO PROTOTIPI - CLASSE 2000

1. EZIO BARIBBI (OSELLA PA-9) 3'58"07

2. MAURO NESTI (OSELLA PA 9-90)

3. PASQUALE IRLANDO (OSELLA PA-9)

 

 

 

  

 

A sinistra: Ezio Baribbi, anche quest'anno vincitore. Pi¨ a destra Renzo Napione su Lucchini (foto di Marco Garbin).

 

 

 

GRUPPO PROTOTIPI - CLASSE 2500

1. "KABIBO" (OLMAS JUNIOR) 4'42"11

2. GIULIO REGOSA (OSELLA PA 9-90)

 

 

 

  

 

Immagini dal parco chiuso. Da sinistra: Giulio Regosa e Giuseppe Tambone (foto Salvetti)

 

 

 

GRUPPO S - CLASSE 2500

1. HELMUT PROSSLINER (LUCCHINI SN/87) 4'25"79

2. IVAN BUTTI (GIADA 118)




  

Da sinistra: la Olmas Junior di "Kabibo", molto ammirata dagli sportivi. Fabio Faustinelli su Alfa Romeo

 

 

 

GRUPPO PROTOTIPI - CLASSE 3000

1. GIANMARIA CASTELLI (LUCCHINI) 4'21"27

2. FABIO DANTI (LUCCHINI)