21. TROFEO VALLECAMONICA - 10/11 giugno 1989

Un pezzo in più alla "Malegno-Ossimo-Borno"

 Nel panorama delle cronoscalate italiane, la Malegno-Borno è ormai considerata una "classica" della specialità, con un percorso definito quasi unanimemente dei migliori, sia in fattore di guidabilità, sia in quanto a elevati standard di sicurezza. Con queste due premesse, l'organizzazione del Trofeo Vallecamonica "strizza l'occhio" alle varie Commissioni competenti affinchè ne tengano conto nell'immediato futuro in ambito di calendario Europeo (mentre anche per quest'anno è ormai consolidata come prova del Campionato Italiano). Per quel che riguarda il tracciato, vi è da quest'anno una piccola ma importante novità: a parte il manto stradale rinnovato per oltre il 50% del percorso e la posa di nuovi "guard rails", da questa edizione la partenza avviene circa 200 metri più a valle, sulla nuova variante della Provinciale n.5 costruita per agevolare il traffico e ridurne il transito dal "centro storico" del paese. Il percorso sale così dagli originari 8,6 a 8,8 chilometri. Ci sono novità anche dal punto di vista dell'orario: dopo numerosi anni in cui i motori iniziavano a rombare alle due del pomeriggio, quest'anno l'orario di partenza è stato ulteriormente anticipato di due ore nette, alle 11.00, sia per venire incontro ad un invito della Csai sia per favorire il deflusso degli spettatori in ora meno tarda. Veniamo alla gara: è questo l'anno buono dei bresciani, tra i quali spiccano Giulio Regosa e Giuseppe Tambone che finalmente iniziano a mietere successi assoluti anche nel resto d'Italia. Un po' meno in evidenza rispetto agli anni passati Ezio Baribbi, il quale sta affinando lo sviluppo di una vettura nuova che gli darà grandi soddisfazioni non appena ci sarà l'improvvisa "esplosione" della sua potenzialità. E' anche l'anno in cui Mauro Nesti ricomincia di prepotenza ad essere il "Re" incontrastato, dopo un paio di stagioni ricche sì di successi ma dall'andamento un po' altalenante a causa delle vetture utilizzate in precedenza, dalle prestazioni non certo esaltanti come quell'Osella "astronomica" dei primi anni '80. Iniziano anche a delinearsi quelle che saranno in seguito le "grandi sfide" nei gruppi minori, tra i tanti protagonisti assoluti Walter Santus, Benedetto Fusco (detto il "Pizzaiolo volante"), Francesco Abate, Ennio Bisinelli, Rudi Bicciato e Giuseppe Zarpellon che in numerose salite italiane si giocheranno il primato a suon di record per tutto il decennio dei '90 e le soglie del Terzo Millennio. Tra questi futuri "mostri sacri" si inseriscono spesso anche i piloti locali che in parecchie occasioni sapranno anche primeggiare. Giusto per citarne alcuni: Gianantonio Franzoni (che ormai da anni spreme come un limone la sua Alfasud Sprint), Felice Ducoli (velocissimo ma spesso penalizzato da noie meccaniche), Adriano Zerla (ancora poco costante nei risultati ma decisamente in progressione rispetto agli esordi), Gianmario Mazzoli, Gianfranco Mariolini, l'inossidabile "Gancio" Andreoli e il povero Claudio Burlotti indimenticabile autore di prove spettacolari. Non mancano come sempre gli "intramontabili", quelli che da anni o meglio, da decenni dettano legge nelle loro categorie come ad esempio Germano Nataloni fedelissimo alle vetture Lancia e anche alle vittorie di Gruppo, Graziano Pantaleoni con la sua inseparabile Pantera De Tomaso che pare cucita addosso a lui, Maurizio Jacoangeli che terrà duro ancora per anni prima di passare il testimone all'erede Marco. Fatto un rapido elenco dei protagonisti, la gara vivrà un'ottima vittoria di Mauro Nesti con un tempo eccellente ma è presto per parlare di record, trattandosi della prima edizione con percorso rinnovato. Viene però da pensare che pur prendendo il via dalla vecchia partenza, il toscano non avrebbe comunque abbassato il suo record del 1984 ma sarebbe rimasto su tempi intorno al 3'50" o 3'52", ma dalla successiva edizione in poi il bello deve ancora venire...

 

CLASSIFICA ASSOLUTA

1. MAURO NESTI (OSELLA CEBORA) 3'58"76 - Kmh 132,685

2. GIULIO REGOSA (OSELLA BMW) a 0"86

3. EZIO BARIBBI (OSELLA PA-9) a 3"71

4. GIUSEPPE TAMBONE (OSELLA PA-9) a 4"15

5. PHILIPPE DARBELLAY (LUCCHINI BMW) a 6"12

6. ROMANO CASASOLA (OSELLA PA-9) a 7"14

7. PASQUALE IRLANDO (OSELLA PA-9) a 12"50

8. MASSIMO SACCOMANNO (LUCCHINI S 288) a 18"20

9. PAOLO LARA (OSELLA BMW) a 23"64

10. DEMETRIO PANZERI (OSELLA BMW) a 30"20

 

 

 

   


 

 Sopra: una veduta dall'alto della nuova variante che allunga il tracciato della Malegno-Borno di 200 metri, spostando la partenza subito dopo il Municipio di Malegno (foto da "Vallecamonica Nuova")

 

 

 

(altre immagini a fondo classifica)

 

 


 

GRUPPO N - CLASSE 1150

1. FANGIO STEFANI (A 112) 5'51"86

2. BATTISTA PEDRETTI (A 112) a 1"18

3. NORBERTO MASCARINI (A 112) a 1"79

4. ALBERTO FERRANTI (A 112) a 2"54

5. STEFANO ZUECH (A 112) a 2"79

6. GIUSEPPE CASTO (A 112) a 3"33

7. BORTOLO MENDENI (A 112) a 4"89

8. ADRIANO OTTELLI (A 112) a 5"62

9. MONICA ZAMPEDRI (A 112) a 7"09

10. OSCAR GADALDI (A 112) a 7"82

11. HELMUT MENGHIN (A 112) a 10"27

12. FRANCO MERELLI (A 112) a 13"64

13. PAOLO SCHIOLA (A 112) a 16"79

14. ROBERTO GIANNINI (A 112) a 19"40

15. DANILO BOLDI (A 112) a 25"87

16. GIUSEPPE FACCHINETTI (A 112) a 27"28

17. RICCARDO GARZONI (A 112) a 28"68

18. MAURIZIO MARZOLI (A 112) a 29"55

19. CLAUDIO LAZZARI (A 112) a 29"94

 

GRUPPO N - CLASSE 1300

1. LUCIANO MOZAN (PEUGEOT 205) 5'25"63

2. FRANCESCO ABATE (PEUGEOT) a 0"19

3. FERDINANDO CUCCHI (PEUGEOT 205) a 3"05

4. NAZZARENO AMBROSI (SUZUKI) a 3"13

5. UMBERTO NENNA (PEUGEOT 205) a 3"61

6. MAURO BOTTURA (PEUGEOT 205) a 4"42

7. MARCO STROBINI (PEUGEOT 205) a 6"83

8. SERGIO VIELMI (CITROEN AX) a 8"35

9. DARIO NOVENTA (PEUGEOT 205) a 9"31

10. ANGELO FOSTINI (CITROEN AX) a 13"94

11. ROBERTO PEDROTTI (PEUGEOT 205) a 15"82

12. MARIO GIUDICI (PEUGEOT 205) a 16"31

13. DELIA DE FLORIAN (PEUGEOT 205) a 16"95

14. NADIA GALVAN (PEUGEOT 205) a 20"32

15. MARIA RODLER (PEUGEOT 205) a 21"04

16. MARCO MORANDO (PEUGAOT 205) a 29"19

17. MARCO BRIGNOLI (PEUGEOT 205) a 29"56

18. ANGELO DRAGONI (PEUGEOT 205 RALLYE) a 30"94

19. MARCELLO SCANDELLA (OPEL CORSA) a 30"99

20. FERNANDA BALLINI (PEUGEOT 205) a 35"35

21. MARIO BURLOTTI (PEUGEOT 205) a 40"61

22. PIETRO UBOLDI (PEUGEOT 205) a 56"19


 

 

 

GRUPPO N - CLASSE 1400

1. VITTORIO NIDERJAUFNER (A.R. ALFASUD) 5'48"80

2. JOHANN GUFLER (FIAT UNO TURBO) a 2"84

 

GRUPPO N - CLASSE 1600

1. ENRICO GHEZA (PEUGEOT 205) 5'23"02

2. RUDI BICCIATO (PEUGEOT 205) a 2"12

3. ALBERTO ARMENI (PEUGEOT 205) a 2"32

4. ANGELA ANDREOLI (PEUGEOT 205) a 6"09

5. FABIO FAUSTINELLI (PEUGEOT 205) a 6"69

6. GIOVANNI SERENA (OPEL CORSA) a 9"72

7. GIAN ANTONIO QUAGLINO (PEUGEOT 205) a 14"03

8. FRANCO STEFENELLI (HONDA) a 15"48

9. ALDO LENZI (PEUGEOT 205) a 18"83

10. RENZO VERZEROLI (ALFA ROMEO ALFASUD) a 27"13

11. MARINA GALLARATI (TOYOTA) a 35"91

12. ORESTE BETTINELLI (FIAT RITMO 105) a 54"57

 

 

 

 

GRUPPO N - CLASSE 2000

 

 1. ALDINO RAGGI (PEUGEOT 205) 5'19"50

2. LUIGI FARDELLI (PEUGEOT 205) a 1"64

3. UMBERTO TOMASONI (PEUGEOT 205) a 3"00

4. PIETRO BELTRAMI (FIAT RITMO 130) a  4"01

5. FRANCESCO GASPARINI (PEUGEOT 205) a 6"51

6. PIERLUIGI ADAMOLI (FIAT RITMO 130) a 6"53

7. ANGELO TRIVELLOTTO (PEUGEOT 205) a 6"84

8. PAOLO CARMINATI (PEUGEOT 205) a 7"08

9. ELIGIO BUTTURINI (OPEL KADETT GSI) a 12"08

10. GIANFRANCO SANCA (PEUGEOT 205) a 13"42

11. FRANCESCO ZENDRA (PEUGEOT 205) a 14"56

12. MARCO FRATONI (PEUGEOT 309) a 14"66

13. STEFANIA TURA (PEUGEOT 205) a 17"21

14. FRANCO MASSEROLI (FIAT RITMO 130) a 17"93

15. MARCO RIZZINI (PEUGEOT 205) a 20"94

16. LUCIANO FRACASSI (FIAT RITMO 130) a 30"66

17. AGOSTINO CESARINI (VOLKSWAGEN GOLF) a 39"22

18. ENZO MERENDA (OPEL KADETT GSI) a 46"50

 

GRUPPO N - CLASSE 2500

1. ROMAN SCHWEIGKOFLER (RENAULT 5 GT TURBO) 5'08"14

2. CLAUDIO BERTOLI (RENAULT 5 GT TURBO) a 1"67

3. FABRIZIO ALESSI (RENAULT 5 GT TURBO) a 5"12

4. MAURIZIO FRANCHINI (RENAULT 5 GT TURBO) a 7"04

5. ANDREA PELLEGRINI (RENAULT 5 GT TURBO) a 7"61

6. GIAN PIETRO BERTOLONI (RENAULT 5 GT TURBO) a 8"32

7. MASSIMO BOSETTO (RENAULT 5 GT TURBO) a 8"40

8. GUIDO ZANIN (RENAULT 5 GT TURBO) a 9"22

9. OSCAR PEINTNER (RENAULT 5 GT TURBO) a 13"20

10. ALVARO FOGAZZI (RENAULT 5 GT TURBO) a 16"46

11. LUCIANO INVERNIZZI (RENAULT 5 GT TURBO) a 21"99

12. DARIO PACCHIOTTI (RENAULT 5 GT TURBO) a 29"14

 

 

 

GRUPPO N - CLASSE OLTRE 2500

1. BENEDETTO FUSCO (FORD SIERRA COSWORTH) 4'49"09

2. GIANFRANCO MARIOLINI (FORD SIERRA COSWORTH) a 3"73

3. GIANNI GIUDICI (FORD SIERRA COSWORTH) a 8"42

4. ADRIANO ZERLA (FORD SIERRA COSWORTH) a 10"23

5. ELIO GOTTI (FORD SIERRA COSWORTH) a 13"02

6. FELICE DUCOLI (FORD SIERRA COSWORTH) a 13"04

7. ANDREA TACCHINARDI (RENAULT 21 TURBO) a 16"91

8. PIETRO TOSINI (FORD SIERRA COSWORTH) a 17"75

9. OTAMAR ROHREGGER (FORD SIERRA COSWORTH) a 19"27

10. ERMINIO BONETTI (FORD SIERRA COSWORTH) a 20"09

11. ROLAND GRATL (FORD SIERRA COSWORTH) a 22"70

12. MARIO STAGNI (LANCIA DELTA INTEGRALE) a 1'17"47

13. ANGELO GRAZIOLI (LANCIA DELTA INTEGRALE) a 1'38"82

 

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE 1150

1. ENRICO CHIODINI (A 112) 5'43"05

2. MARIO BETTONI (A 112) a 3"91

3. ENRICO BARTOLINI (A 112) a 10"58

4. FRANCESCO TURI (A 112) a 20"21

5. MAURO PAROLARI (A 112) a 41"78

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE 1300

1. MARCO ZANELLA (VOLKSWAGEN POLO) 5'23"11

2. CORNELIO MERZI (PEUGEOT 205) a 5"54

3. TIZIANO ZADRA (CITROEN AX) a 10"15

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE 1400

1. GIANANTONIO FRANZONI (A.R. SPRINT) 5'27"24

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE 1600

1. FRANCESCO PERA (TOYOTA COROLLA) 5'09"85

2. LUCIO VENTURINI (ALFA ROMEO ALFASUD) a 4"36

3. LUIGINO ODORIZZI (FORD ESCORT) a 6"58

4. VIRGILIO FRANZONI (ALFASUD SPRINT) a 15"53

5. CLAUDIO BONAFEDE (ALFASUD SPRINT) a 30"10

6. ANTONINO GIGLIO (PEUGEOT 205) a 30"84

7. GIANLUCA CAVALLI (PEUGEOT 205 GTI) a 34"84

8. GIANLUIGI BARISELLI (ALFA ROMEO ALFASUD) a 2'37"44

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE 2000

1. "PETER" (FIAT RITMO 130) 4'53"12

2. ENNIO BISINELLI (VW GOLF 16V.) a 1"39

3. WALTER SANTUS (VW GOLF GTI) a 2"38

4. FRANZ TSCHAGER (VW GOLF GTI) a 4"55

5. GIULIANO CORNELIO (VW GOLF GTI) a 5"29

6. FABIO MOSCONI (PEUGEOT 205 GTI) a 16"24

7. GIANPIETRO GIUDICI (FIAT RITMO 130) a 16"65

8. FRANCO CONTI (FIAT RITMO 130) a 16"85

9. MARIANO TOSETTO (FIAT RITMO 130) a 17"63

10. RINO PELAMATTI (FIAT RITMO 130) a 19"79

11. ITALO PELUCHETTI (VW GOLF GTI) a 28"71

12. GAETANO PALMISANO (FIAT RITMO 130) a 30"27

13. GIANNI BORMIDA (PEUGEOT 309) a 33"27

14. GIANNI RIZZA (ALFA ROMEO GTV) a 33"64

15. PIERLUIGI MILANI (FIAT RITMO 130) a 34"41

16. FABIO MARZANI (FIAT RITMO 130) a 39"83

17. ADRIANO ZACCARIA (ALFA ROMEO GTV) a 40"67

18. ANTONIO FOLTRAN (ALFA ROMEO GTV) a 45"48

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE 2500

1. GIUSEPPE ZARPELLON (BMW M3) 4'45"68

2. ANTONIO "GANCIO" ANDREOLI (ALFA ROMEO 75) a 9"70

3. PERICLE BIANCHI (BMW M3) a 12"75

4. "TANGO" (ALFA ROMEO 75) a 13"32

5. TOMASO STANGA (FIAT UNO TURBO) a 25"23

6. HANSJOR ANDERGASSEN (RENAULT 5 GT TURBO) a 53"74

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE OLTRE 2500

1. GIANMARIO MAZZOLI (LANCIA DELTA INTEGRALE) 4'46"90

2. MAURIZIO JACOANGELI (ALFA ROMEO 75) a 0"87

3. ORESTE PEDRETTI (LANCIA DELTA INTEGRALE) 19"45

4. GIANLUIGI CASAGRANDE (ALFA ROMEO 75) a 28"01

5. FABRIZIO COLOMBI (LANCIA DELTA INTEGRALE) a 55"54






Gianmario Mazzoli ne ha fatta di strada, da quel debutto con la A112 nell'edizione 1982: eccolo con la Lancia Delta Integrale (Vallecamonica Nuova)

 

 

 

GRUPPO B - CLASSE 1600

1. ANTON GELER (FIAT X1/9) 5'34"87

2. MARCO TAEGGI (FIAT X1/9) a 3"89

 

 

 

GRUPPO B - CLASSE 2500

1. MAURO BORMOLINI (A.R. GTV) 5'03"24

2. FRANCO FLOCCHINI (RENAULT 5 TURBO) a 1"54

3. FRANCO TOMASINI (OPEL MANTA) a 3"07

 

 

 

 

GRUPPO B - CLASSE 3000

 

1. GERMANO NATALONI (LANCIA DELTA S4) 4'38"26

2. ADRIANO CANCARINI (PORSCHE 911) a 18"73

3. FLAVIO VIGANO' (PORSCHE 911) a 23"30






Il "solito" Nataloni, parcheggiata la Lancia 037, si cimenta con la Delta S4 ma la musica non cambia: primo di Classe e di Gruppo B
 (Vallecamonica Nuova)

 

 

 

GRUPPO B - CLASSE OLTRE 3000

1. GRAZIANO PANTALEONI (PANTERA DE TOMASO) 5'11"94

 

 

 

GRUPPO SPORT PROTOTIPI - CLASSE SPORT NAZIONALE

1. DEMETRIO PANZERI (OSELLA PA-10) 4'28"96

2. VINCENZO ZANINI (OSELLA PA-9) a 2"89




  

Due protagonisti della Classe Sport Nazionale, purtoppo entrambi scomparsi da qualche anno: Panzeri e Zanini
("Vallecamonica Nuova" e "Actualfoto")

 

 

 

 

GRUPPO SPORT PROTOTIPI - CLASSE 1300

 

1. CARLO MARCHI (AMS 1300) 4'56"58

 

 

 

GRUPPO SPORT PROTOTIPI - CLASSE 1600

1. GILBERTO GUARDUCCI (CHEVRON B36) 4'38"44

2. FULVIO MACCIO (LOLA 1600) a 2"87







Giuseppe Tambone, quarto assoluto (Vallecamonica Nuova)

 

 

 

GRUPPO SPORT PROTOTIPI - CLASSE 2000

1. MAURO NESTI (OSELLA CEBORA 2000) 3'58"76

2. GIULIO REGOSA (OSELLA BMW) a 0"86

3. EZIO BARIBBI (OSELLA PA-9) a 3"71

4. GIUSEPPE TAMBONE (OSELLA PA-9) a 4"15

5. PHILIPPE DARBELLAY (LUCCHINI BMW) a 6"12

6. ROMANO CASASOLA (OSELLA PA-9) a 7"14

7. PASQUALE IRLANDO (OSELLA PA-9) a 12"50

8. MASSIMO SACCOMANNO (LUCCHINI S 288) a 18"20

9. PAOLO LARA (OSELLA BMW) a 23"64

10. STEFANO BETTONI (OSELLA PA-9) a 31"23

11. LUCIANO DAL BEN (OSELLA BMW) a 31"49

12. NELLO GNESATO (OSELLA BMW) a 31"62




  

A sinistra: Mauro Nesti in un momento di relax prima del via. A destra: Giulio Regosa alla partenza (Vallecamonica Nuova)

 

 

 

GRUPPO SPORT PROTOTIPI - CLASSE 2500

1. "KABIBO" (OLMAS SPORT J.) 5'01"42

 

 

 

 

 

  

 

Sopra: Nesti scherza con Tambone.