20. TROFEO VALLECAMONICA - 11/12 giugno 1988

Baribbi primo in gara, Regosa primo in sportività

Anche quest'anno la gara è valevole per il Campionato Italiano della Montagna. Tornata nuovamente in maniera stabile a inizio estate, la Malegno-Borno prende il via per l'ultima volta dal "Piazzale dell'Asilo": potrebbe essere quindi l'ultima occasione per battere il record di Nesti (il 3'46"00 che resiste da ormai 4 anni). Lo stesso Nesti è iscritto alla corsa, ma dei guai alla trasmissione della sua Osella non gli consentono nemmeno di accedere alle verifiche tecniche. Pure tra gli altri favoriti pare una gara a eliminazione: Giuseppe Tambone ha dei problemi con l'organizzazione e non si iscrive alla gara; Franco Pilone che torna a Malegno a quasi 20 anni dalla sua vittoria, è fuori gioco a causa di un grave incidente; Giulio Regosa che, salito dopo di lui, si ferma a soccorrerlo. Non ha quindi grossi problemi Baribbi a vincere questa ventesima edizione, pur se la media rimane lontana dai record. Al secondo posto un Romano Casasola in gran forma e sul terzo gradino la conferma di "Domingo", ormai abbonato ai piazzamenti a podio. Dicevamo del ritorno di Pilone: altre volte presentava la sua adesione alla gara, ma puntualmente non vi partecipava mai; quest'anno era per lui un'ottima occasione di bissare il successo di 19 anni prima, schierandosi al via con un nuovo modello di Osella, la "PA-12", già molto competitiva ma che necessitava di un ulteriore lavoro di sviluppo, compito affidato proprio a Pilone che delle vetture di Enzo Osella era il collaudatore. Il piemontese è molto veloce sin dalle prove, autore di un ottimo 3'55"96 che risultava la terza miglior prestazione della giornata, proponendosi prepotentemente come candidato alla vittoria assoluta. Ma durante la gara, la rossa Osella di Pilone si impenna improvvisamente, forse per la rottura di una sospensione, finendo priva di controllo contro il guard rail nei pressi del ponte di Ossimo Inferiore. Per lo sfortunato pilota l'incidente è piuttosto serio, si frattura la gamba sinistra e il piede destro. Giulio Regosa, che sopraggiunge un minuto dopo di lui, vedendolo ancora imprigionato nell'abitacolo non ha esitazioni e senza più pensare alla gara si ferma a prestargli soccorso. Un gesto umano di rara sportività.

Nelle altre classi, le ormai vecchie Fiat Ritmo iniziano a soccombere contro le più nuove e scattanti Peugeot 205, mentre iniziano a imporsi in modo molto spettacolare le Ford Sierra Cosworth e le Alfa 75, grazie anche a quei "piedi pesanti" di Andreoli, "Tango", Romano, Tosini e Jacoangeli. Iniziano a primeggiare anche le BMW con Zarpellon, Fuganti e Tom Pacino (che molti affermano sia cugino del più famoso attore Al Pacino). I forti Santus, Pera e Nataloni confermano il loro momento di gran forma, mentre deludono un poco alcuni piloti locali che ci avevano abituati da tempo a risultati migliori. Delude anche l'atteso debutto di Luciano dal Ben con le vetture Sport dopo tante battaglie vinte con la sua Ferrari: ci prova con una AMS 1300 già appartenuta a Severino Ronchi, ma i modesti risultati - non certo nello standard del pilota bresciano - danno ragione allo stesso Ronchi quando, anni addietro, dichiarava che i suoi alti riscontri cronometrici erano da addebitare a una vettura troppo difficile da guidare. D'altra parte c'era invece chi attribuiva i tempi di Ronchi al peso dei suoi anni; evidentemente non era del tutto così. Dal Ben piuttosto, ci riproverà più avanti con l'Osella... e con maggior fortuna.

 

CLASSIFICA ASSOLUTA

1. EZIO BARIBBI (OSELLA PA-10) 3'54"12 - Kmh 132,239

2. ROMANO CASASOLA (OSELLA) a 4"96

3. "DOMINGO" (OSELLA) a 7"80

4. RODOLFO AGUZZONI (OSELLA) a 8"48

5. UCCIO MAGLIONA (OSELLA) a 11"06

6. MASSIMO SACCOMANNO (LUCCHINI BMW) a 11"72

7. DARIO LURAGHI (OSELLA PA-9) a 15"03

8. GIUSEPPE PERONI (LUCCHINI SN) a 24"30

9. STEFANO BETTONI (OSELLA) a 24"99

10. GIANMARIA CASTELLI (LUCCHINI A.R.) a 26"35

 

 

 

 

 

 

              

 

Sopra: il bresciano Ezio Baribbi determinato a conquistare la Malegno-Borno per la terza volta.

 

 

 

(altre immagini dall'edizione 1988 a fondo classifica)

 

 


 

GRUPPO N - CLASSE 1150

1. JOHANN GUFLER (A 112) 5'34"10

2. GIORDANO FORMOLLI (A 112) a 6"23

3. ARNALDO PIERACCINI (A 112) a 12"85

4. SILVANO DEL BONO (A 112) a 14"10

5. BORTOLO MENDENI (A 112) a 15"53

6. MAURIZIO FILIPPINI (A 112) a 15"71

7. GIANANTONIO QUAGLINO (A 112) a 15"73

8. ADRIANO OTTELLI (A 112) a 16"86

9. MARIO POETINI (A 112) a 17"31

10. ALBERTO FERRANTI (A 112) a 18"11







Lino Mendeni, primo concorrente a prendere il via su A112 (dal periodico "Vallecamonica Nuova")

 

GRUPPO N - CLASSE 1300

1. SERGIO VIELMI (CITROEN AX) 5'26"95

2. DANIELE SCHENA (OPEL CORSA) a 16"61

3. GIACOMO DUCOLI (OPEL CORSA) a 22"17

 

 

 

GRUPPO N - CLASSE 1400

1. MARCO NEGRETTI (A.R. ALFASUD) 5'39"73

 

GRUPPO N - CLASSE 1600

1. GIACOMO BONOMI (PEUGEOT 205 GTI) 5'10"13

2. LUCA SCIEGHI (TOYOTA) a 0"25

3. ANDREA CENNI (PEUGEOT 205) a 3"47

4. ADRIANO ANDREOLI (PEUGEOT 205) a 19"90

5. GIANLUIGI FARDELLI (FIAT RITMO 105) a 28"08







Adriano Andreoli durante le verifiche del venerdì pomeriggio che si svolgevano al campo sportivo di Malegno (foto Salvetti)

 

 

 

 

GRUPPO N - CLASSE 2000

 

 1. DOMENICO SQUARATTI (PEUGEOT 205 GTI) 5'03"96

2. RENATO SAVOLDELLI (PEUGEOT 205) a 6"16

3. FRANCESCO GASPARINI (PEUGEOT 205) a 7"69

4. ALDO RAGGI (PEUGEOT 205) a 10"20

5. ALBERTO ARMENI (VW GOLF GTI) a 11"28

6. FRANCESCO ZENDRA (PEUGEOT 205) a 14"38

7. RUGGERO MILESI (FIAT RITMO 125) a 18"56

8. FRANCO MASSEROLI (FIAT RITMO 130) a 21"09

9. WALTER MANTERNI (OPEL KADETT) a 22"00

10. ORLANDO TIRA (FIAT RITMO 130) a 26"66

 

GRUPPO N - CLASSE 2500

1. IVAN BUTTI (R5 GT TURBO) 4'50"85

2. DARIO PACCHIOTTI (R5 GT TURBO) a 9"40

3. EDGARDO PIETTI (BMW M3) a 9"42

4. GIANBATTISTA PEZZONI (FIAT UNO TURBO) a 11"31

5. ALESSANDRO GREGORINI (RENAULT 5 GT T.) a 11"45

6. CORNELIO MERZI (R5 GT TURBO) a 13"54

7. MAURIZIO FRANCHINI (R5 GT TURBO) a 15"29

8. ROBERTO GUALENI (R5 GT TURBO) a 27"85

9. ELIGIO BUTTURINI (R5 GT TURBO) a 29"18

10. EMILIO DONIZZETTI (R5 GT TURBO) a 36"40

 

 

 

GRUPPO N - CLASSE OLTRE 2500

1. ANDREA ROMANO (FORD SIERRA COSWORTH) 4'44"97

2. BENEDETTO BERNARDI (FORD SIERRA COSWORTH) a 2"89

3. PIETRO TOSINI (FORD SIERRA COSWORTH) a 4"27

4. ROBERTO PERCIVALE (FORD SIERRA COSWORTH) a 15"41

5. FELICE DUCOLI (FORD SIERRA COSWORTH) a 16"18

6. GIANFRANCO MARIOLINI (ALFA ROMEO 75) a 20"26

7. G. SACCOMANNO (LANCIA DELTA INTEGRALE) a 23"72

8. GIANCARLO RONCHI (LANCIA DELTA INTEGRALE) a 23"81

9. FEDERICO MARTINELLI (LANCIA DELTA INT.) a 24"23

10. EMANUELE BELOTTI (LANCIA DELTA 4WD) a 24"61

11. ADRIANO ZERLA (FORD SIERRA COSWORTH) a 25"07

12. LUCIANO GELPI (ALFA ROMEO 75) a 25"09

13. ANGELA ANDREOLI (LANCIA DELTA INTEGRALE) a 26"85

 

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE 1150

1. MORIS BETTONI (A 112) 5'29"50

2. PIERFILIPPO RISSONE (A 112) a 0"77

3. ANDREA CARMINATI (A 112) a 14"81

4. MASSIMO COZZOLI (A 112) a 27"03

5. DANILO BONADEI (FIAT 127 SPORT) a 34"79

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE 1300

1. MARCO ZANELLA (VW POLO) 5'03"32

2. HERMANN MITTERSTEINER (VW POLO) a 10"42

3. GIOVANNI SERENA (TALBOT SAMBA) a 11"42

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE 1400

1. FRANCESCO ABATE (ALFASUD SPRINT) 5'19"40

2. FLORIANO GRAZIOLI (A.R. ALFASUD) a 34"21

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE 1600

1. FRANCESCO PERA (TOYOTA COROLLA) 4'56"56

2. GIANANTONIO FRANZONI (ALFASUD SPRINT) a 10"08

3. LUCIANO INVERNIZZI (ALFASUD SPRINT) a 12"83

4. GIANLUIGI BARISELLI (ALFASUD SPRINT) a 55"61

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE 2000

1. WALTER SANTUS (VW GOLF GTI) 4'55"19

2. DANIELE NEGRENTE (FIAT RITMO 130) a 0"70

3. HARALD FREITAG (OPEL MANTA) a 6"06

4. MARIANO TOSETTO (FIAT RITMO 130) a 8"07

5. GIANPIETRO GIUDICI (FIAT RITMO 130) a 12"94

6. MARCO ZANDANEL (FIAT RITMO 130) a 14"01

7. RINO PELAMATTI (FIAT RITMO 130) a 16"82

8. ANGELO BONAVENTI (OPEL KADETT) a 18"98

9. PIETRO MILESI (ALFA ROMEO GTV) a 24"57

10. ANGELO GRITTI (VW GOLF) a 24"77







L'Alfa Romeo GTV Gr.A di Pietro Milesi

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE 2500

1. GIUSEPPE ZARPELLON (BMW M3) 4'38"74

2. ANTONIO "GANCIO" ANDREOLI (ALFA ROMEO 75) a 3"81

3. TOM PACINO (BMW M3) a 13"17

4. "TANGO" (ALFA ROMEO 75) a 14"56

5. TOMASO STANGA (FIAT UNO TURBO) a 16"18

6. MAURO GUIDETTI (R5 GT TURBO) a 27"12

7. SAVERIO MASCOLO (R5 GT TURBO) a 32"38

8. ALVARO FOGAZZI (FIAT UNO TURBO) a 41"52







La Bmw M3 di Tom Pacino, terzo di Classe 2500 Gr.A

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE OLTRE 2500

1. MAURIZIO JACOANGELI (ALFA ROMEO 75) 4'39"81

2. PIERLUIGI FUGANTI (BMW 635) a 10"51

 

 

 

GRUPPO B - CLASSE 1600

1. ANTONINO ODDO (FIAT X1/9) 5'17"65

2. G.GIORGIO ACCORSI (FIAT X1/9) a 6"83

3. MARCO TAEGGI (FIAT X1/9) a 7'30"56

 

 

 

GRUPPO B - CLASSE 2000

1. TOMASINI 4'56"79

 

 

 

GRUPPO B - CLASSE 2500

1. FRANCO FLOCCHINI (R5 TURBO) 4'44"66

 

 

 

 

GRUPPO B - CLASSE 3000

 

1. GERMANO NATALONI (LANCIA DELTA S4) 4'26"38

2. FLAVIO VIGANO' (PORSCHE 911) a 28"66

3. ROBERTO RAVELLI (PORSCHE 911) a 35"31







Roberto Ravelli, alle sue prime esperienze in salita, qui durante le verifiche.

 

 

 

GRUPPO B - CLASSE OLTRE 3000

1. ALBERTO MONTINI (PORSCHE) 4'29"28

2. FAUSTO BORMOLINI (PORSCHE) a 10"37

3. "KABIBO" (LANCIA 037) a 21"72







Pietro De Giacomi, rallysta talvolta prestato alle cronoscalate (foto di Luciano Moscardi - ©Actualfoto)

 

 

 

GRUPPO SPORT PROTOTIPI - CLASSE SPORT NAZIONALE

1. GIUSEPPE PERONI (LUCCHINI) 4'18"42

2. GIANMARIA CASTELLI (LUCCHINI A.R.) a 2"05

3. DEMETRIO PANZERI (OSELLA) a 4"32

4. VINCENZO ZANINI (OSELLA) a 11"81

5. GIUSEPPE CHIMINELLI (LUCCHINI) a 47"43







Nello Gnesato, pur non avendo mai vinto rimane un esempio da imitare per passione e assiduità nelle gare in salita (©Actualfoto)

 

 

 

 

GRUPPO SPORT PROTOTIPI - CLASSE 1300

 

1. ANTONIO ROSSETTO (LOLA RAM) 4'23"19

2. ITALO TRAVAGIN (AMS) a 25"90

3. LUCIANO DAL BEN (AMS) a 37"37







Luciano Dal Ben, passato dalla Ferrari alle Sport, qui con la Ams 1300 rilevata da Severino Ronchi.

 

 

 

GRUPPO SPORT PROTOTIPI - CLASSE 2000

1. EZIO BARIBBI (OSELLA PA-10) 3'54"12

2. ROMANO CASASOLA (OSELLA) a 4"96

3. "DOMINGO" (OSELLA) a 7"80

4. RODOLFO AGUZZONI (OSELLA) a 8"48

5. UCCIO MAGLIONA (OSELLA) a 11"06

6. MASSIMO SACCOMANNO (LUCCHINI 2000) a 11"72

7. DARIO LURAGHI (OSELLA 2000) a 15"03

8. STEFANO BETTONI (OSELLA) a 24"99

9. NELLO GNESATO (OSELLA) a 42"29

10. GIULIO REGOSA (OSELLA) a 18'11"67







Romano Casasola, qui nel suo periodo di maggiore forma: a Borno secondo assoluto (dal libro di Adriano Baffelli)






Franco Pilone, sfortunato protagonista della gara dopo avere ben impressionato nelle prove (©Actualfoto)






La sfortuna di Pilone coinvolge suo malgrado anche Regosa, che per soccorrerlo ferma la sua corsa verso una vittoria quasi certa.