18. TROFEO VALLECAMONICA - 7/8 giugno 1986

Stavolta Baribbi si fuma il Toscano

La Malegno-Borno torna nuovamente nel calendario del Campionato Italiano Assoluto Velocità in Salita. Pochi però gli iscritti rispetto agli anni passati: l'abolizione dei "vecchi gruppi" ha lasciato il segno e molti piloti non sono ancora pronti, costretti a rimboccarsi le maniche per trovare sponsor e fondi necessari a fare il nuovo salto di qualità. Verrà rilasciata una sorta di "proroga" per cui, un'ultima volta, come in una specie di "arrivederci", alcune vetture dei Gruppi 2-3-4-5 prendono il via e fanno gara a parte. Un'altra novità di questa cronoscalata è l'inserimento della gara di contorno riservata alle Autostoriche: una quarantina di vetture costruite prima del dicembre 1960 si daranno battaglia regalando alla Malegno-Borno un certo profumo di "antico". Non è però una bella idea quella degli organizzatori di riservare alla gara delle "Storiche" la parte finale della manifestazione: è il giorno della promozione del Brescia Calcio in serie A, la gente vuole festeggiare l'evento subito dopo la corsa la quale, con pochi iscritti, dovrebbe risolversi in un paio d'ore. Ma le svariate "picchiate" di alcuni concorrenti fanno sospendere più volte la gara che si protrae fino a tardi. L'esibizione delle Autostoriche avviene subito dopo la salita dei Prototipi Osella: il confronto è impietoso al punto da apparire quasi patetico se aggiungiamo la cornice del pubblico, ormai annoiato e spazientito che non vede l'ora di lasciare il percorso e che nel frattempo non trova altro di meglio da fare che "fischiare" le vecchie "Giulietta" i cui motori paiono "imprecare" chiedendo più rispetto per il loro glorioso passato.

Questa edizione, la diciottesima, resterà per certi versi "storica": desta grande sorpresa infatti il "colpaccio" di Ezio Baribbi, il quale dopo anni di tentativi e un'inarrestabile marcia di avvicinamento, riesce per la prima volta a mettere dietro il suo "maestro" Mauro Nesti. Il pluricampione pistoiese, che a fine stagione vincerà nuovamente il titolo continentale, è protagonista di una stagione non particolarmente brillante: tutto ha inizio circa un anno prima, nel luglio 1985, dove un terribile incidente alla "Cesana-Sestriere" gli procura una frattura ad una gamba e conseguenti due mesi di stop. Il toscano anticipa il rientro e un po' alla "garibaldina" riesce a salvare in extremis il titolo di Campione Europeo, ma sia la gamba non ancora perfettamente ristabilita che la sua Osella non più "stellare" gli creeranno non pochi problemi durante la stagione 1986. Che Nesti sia in difficoltà lo si capisce già sin dalle prove ufficiali: in entrambe le salite - una delle quali sul bagnato...- non riesce ad imporsi e addebita i suoi tempi ad alcuni problemi del motore (più volte nel corso della stagione lamenterà problemi di pescaggio del carburante). Malgrado l'intervento dei meccanici durante la notte per montare nuove soluzioni al propulsore, il risultato nella gara non cambia. Baribbi guida pulito, non rischia, il suo tempo non è irresistibile se rapportato ai "temponi" record degli anni passati. Eppure riesce a battere "Re Nesti" staccandolo di ben 6 secondi. L'impresa di battere il "toscanaccio" rischia di riuscire anche a Tambone, il quale solo per pochi centesimi viene relegato al terzo posto. C'è anche Benny Rosolia, il campione siciliano in una delle sue rare apparizioni qui nel Nord Italia: quarto assoluto. Tutta classe. Buone le prove di un Regosa in fase crescente sebbene non certo aiutato da un'Osella ormai "attempata", di Gianfranco Mariolini passato dalle Alfasud alle Sport (anch'esso deve accontentarsi di un'Osella non certo di ultima generazione) e autore di un più che onorevole 9° posto assoluto, di Nataloni che vince a mani basse il Gruppo B; del veterano Luciano dal Ben - presente a Malegno sin dalle prime edizioni - nei vecchi Gruppi con la Ferrari 308 e di Bendini, che con la Jaguar E (il mitico modello identico a quello di Diabolik...) vince la gara delle "Storiche" con il bel tempo di 5'05"59. Niente male davvero.

 

CLASSIFICA ASSOLUTA

1. EZIO BARIBBI (OSELLA PA-10) 3'53"41 - Kmh 132,642

2. MAURO NESTI (OSELLA BMW PA-10) 3'59"49

3. GIUSEPPE TAMBONE (OSELLA PA-10) 3'59"82

4. BENNY ROSOLIA (OSELLA) 4'02"28

5. RODOLFO AGUZZONI (OSELLA PA-8) 4'07"31

6. ADRIANO PARLAMENTO (MARCH SPORT) 4'12"69

7. GIULIO REGOSA (OSELLA PA-7) 4'15"26

8. "DOMINGO" (OSELLA PA-9) 4'17"14

9. GIANFRANCO MARIOLINI (OSELLA PA-6) 4'23"16

10. GABRIELE ABBIATI (LUCCHINI SPORT S 280) 4'26"43

 







Ezio Baribbi, alla sua seconda vittoria a Borno (©Actualfoto)

 

(altre immagini scorrendo la classifica)

 


 

 

GRUPPO N - CLASSE 1150

1. GIORDANO FORMOLLI (A 112) 5'42"43 - Kmh 90,413

2. ADRIANO ZERLA (A 112) a 2"26

3. ROBERTO DI CINTIO (A 112) a 2"62

4. GIORGIO FERRETTI (A 112) a 2"95

5. VITTORIO PIACENTINI (A 112) a 3"53

6. BORTOLO MENDENI (A 112) a 4"68

7. NERINO VAVASSORI (A 112) a 12"76

8. NORBERTO MASCARINI (A 112) a 12"96

9. MAURIZIO ZANDANEL (FIAT 127) a 13"95

10. MAURO SCOLARI (A 112) a 15"37







Continua a ben figurare il giovane Zerla: anche stavolta secondo di classe (foto di Adriano Zerla)

 

GRUPPO N - CLASSE 1300

1. GIACOMO MORANDINI (OPEL CORSA) 5'24"26 - Kmh 95,479

2. MASSIMO TOMASINI (OPEL CORSA) a 12"29

3. GINO TRUSSARDI (OPEL CORSA) a 29"19

 

GRUPPO N - CLASSE 1600

1. ALBERTO ARMENI (VW GOLF GTI) 5'10"61 - Kmh 99,675

2. GIAN MARIO MAZZOLI (TOYOTA COROLLA) a 1"34

3. MIRKO SAVOLDI (PEUGEOT) a 1"50

4. DOMENICO SQUARATTI (PEUGEOT 205 GTI) a 3"89

5. ALBERTO BAZZONI (PEUGEOT 205 GTI) a 4"11

6. LUCIANO MOZAN (PEUGEOT 205 GTI) a 6"39

7. CARLO MOSCARDI (PEUGEOT 205 GTI) a 9"11

8. RUDY BICCIATO (VW GOLF GTI) a 12"87

9. ASTA (PEUGEOT) a 14"59

10. LORENZO FILIPPI (PEUGEOT 205) a 16"74

 

 

 

 

GRUPPO N - CLASSE 2000

 

 1. LUCIO FERRARI (RENAULT 5 GT T) 4'56"23 - Kmh 104,513

2. GIACOMO BOTTI (R5 GT TURBO) a 4"

3. GIANNI MARCHIOL (R5 GT TURBO) a 5"20

4. WALTER BATACCHI (R5 GT TURBO) a 7"62

5. CORNELIO MERZI (R5 GT TURBO) a 7"66

6. EDMUND SANIN (R5 GT TURBO) a 8"07

7. "SILVA" (FIAT RITMO) a 8"70

8. IVAN BUTTI (FIAT RITMO 130) a 8"76

9. ANDREA ROMANO (R5 GT TURBO) a 12"76

10. GIANPIERO BERTOLONI (R5 GT TURBO) a 13"88

 

GRUPPO N - CLASSE 2500

1. ALDO RAGGI (A.R. GTV) 5'12"05 - Kmh 99,215

2. EZIO POLI (ALFA ROMEO GTV) a 0"89

3. ANGELA ANDREOLI (ALFA ROMEO GTV) a 10"30

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE 1150

1. FELICE MENESTRINA (FIAT 127 SPORT) 5'20"60 - Kmh 96,569

2. RINO DE LUCA (FIAT 127) a 1"80

3. FELICE DUCOLI (FIAT 127) a 1"81

4. WALTER SANTUS (FIAT 127) a 4"65

5. SAVERIO MASCOLO (FIAT 127) a 5"81

6. FRANCESCO GASPARINI (FIAT 127) a 6"72

7. GIUSEPPE BENATTI (A 112 ABARTH) a 6"89

8. REMO ZUBANI (FIAT 127 SPORT) a 18"35

9. GIANNI BERTAZZINI (A 112) a 24"63

10. GIORGIO SCACCABAROZZI (FIAT 127) a 25"78

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE 1300

1. ANGELO GRAZIOLI (AUSTIN METRO GT) 5'04"73 - Kmh 101,598

2. NAZARENO AMBROSI (TALBOT SAMBA 1220) a 18"17

3. MARCO NEGRETTI (A.R. ALFASUD) a 31"18

4. GIAN PIETRO GHILARDI (A.R. ALFASUD) a 46"96

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE 1400

1. TIZIANO MARTINELLI (RENAULT 5 ALPINE) 5'12"33 - Kmh 99,126

2. LUCIANO CEGALIN (A.R. ALFASUD SPRINT) a 1"05

3. FRANCESCO ABATE (A.R. SPRINT) a 8"74

4. GIANCARLO RONCHI (A.R. ALFASUD) a 17"28

5. MARCO BALGERA (RENAULT 5) a 24"22

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE 1600

1. NAZARENO STRAPPARAVA (PEUGEOT 205 GTI) 5'12"72 - Kmh 112,612

2. FRANCESCO PERA (TOYOTA COROLLA GT) a 3"03

3. ILARIO LORENZI (VW GOLF GTI) a 10"40

4. PELUCCHETTI ITALO (VW GOLF GTI) a 17"74

5. GIANANTONIO FRANZONI (A.R. SPRINT) a 24"32

6. MAURO GUIDETTI (A.R. SPRINT) a 33"03

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE 2000

1. PIERLUIGI FUGANTI (FIAT RITMO ABARTH) 4'46"91 - Kmh 107,909

2. LUCA MULAS (RENAULT 5 GT) a 10"91

3. DANIELE NEGRENTE (FIAT RITMO 130) a 12"45

4. GIANPETRO GIUDICI (FIAT RITMO) a 13"41

5. TOMASO STANGA (FIAT UNO TURBO) a 14"71

6. FRANCO TOMASINI (OPEL ASCONA) a 15"35

7. MARTINO BRANCHI (FIAT RITMO) a 17"42

8. MARIANO TOSETTO (FIAT RITMO 130) a 22"56

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE 2500

1. MAURIZIO IACOANGELI (A.R. ALFETTA) 4'48"38 - Kmh 107,358

2. "TANGO" (ALFA ROMEO 75)

 

 

 

GRUPPO B - CLASSE 2000

1. CLAUDIO MAGNANI (RENAULT 5 TURBO) 4'42"71 - Kmh 109,512

2. PERICLE BIANCHI (RENAULT 5 TURBO) a 3"85

3. AUSANO BIANCOLIN (RENAULT 5 TURBO) a 12"70

4. FRANCO FLOCCHINI (RENAULT 5 TURBO) a 22"92

5. LUCA SCIEGHI (RENAULT 5 TURBO) a 26"15

6. GUIDO TRIBBIA (RENAULT 5 TURBO) a 27"47

7. ANGELO SANDRINI (BETA MONTECARLO) a 47"44

8. FRANCESCO FRANZONI (BETA MONTECARLO) a 1'51"42

 

 

 

GRUPPO B - CLASSE 2500

1. ENRICO CASTELLI (OPEL ASCONA) 5'01"02 - Kmh 102,850

 

 

 

 

GRUPPO B - CLASSE 3000

 

1. GERMANO NATALONI (LANCIA 037) 4'28"10 - Kmh 115,479

2. BENEDETTO BERNARDI (PORSCHE 911) a 17"46

3. ANTONIO ANDREOLI (PORSCHE 911) a 18"83

4. PIETRO TOSINI (PORSCHE 911) a 19"39

5. GIUSEPPE VENTURELLI (PORSCHE 911) a 29"81







Come spesso accade, per Nataloni vittoria di classe e di gruppo (foto di Dario Baita)

 

 

 

GRUPPO B - CLASSE OLTRE 3000

1. ITALO VANOGLIO (PORSCHE 3.3 TURBO) 5'01"54 - Kmh 102,673

2. GRAZIANO PANTALEONI (PANTERA DE TOMASO) a 4"87

 


 

 

 

Graziano Pantaleoni con l'affezionata Pantera De Tomaso, si schiera alla partenza (foto di Andrea Raffi)

 

 

 

GRUPPO 6 - CLASSE SPORT NAZIONALE

1. GIANMARIA CASTELLI (LUCCHINI ALFA ROMEO) 4'27"03 - Kmh 115,942

2. GIUSEPPE PERONI (LUCCHINI ALFA ROMEO) a 9"10

3. VINCENZO ZANINI (OSELLA PA-9) a 20"77

4. ENNIO SANTINELLO (BOGANI ALFA ROMEO) a 27"80






GianMaria Castelli, alla partenza con la Lucchini Sport Nazionale (foto di Andrea Raffi)

 

 

GRUPPO 6 - CLASSE 1300

1. ANTONIO ROSSETTO (LOLA OLMAS 594) 4'28"64 - Kmh 115,247

2. SEVERINO RONCHI (AMS) a 1'07"92

 

 

 

GRUPPO 6 - CLASSE 1600

1. "DOMINGO" (OSELLA RAM) 4'17"14 - Kmh 120,401

 

 

 

GRUPPO 6 - CLASSE 2000

1. EZIO BARIBBI (OSELLA PA-10) 3'53"41 - Kmh 132,642

2. MAURO NESTI (OSELLA PA-10) a 6"08

3. GIUSEPPE TAMBONE (OSELLA PA-10) a 6"41

4. BENNY ROSOLIA (OSELLA) a 8"87

5. RODOLFO AGUZZONI (OSELLA PA-8) a 19"28

6. ADRIANO PARLAMENTO (MARCH SPORT) a 19"28

7. GIULIO REGOSA (OSELLA PA-7) a 21"95

8. GIANFRANCO MARIOLINI (OSELLA PA-6) a 29"75

9. GABRIELE ABBIATI (LUCCHINI S 280) a 38"02

10. NELLO GNESATO (OSELLA BMW)


 

 

 


 

Roberto Gasparella con l'Osella Pa8 poco prima del via (foto di Andrea Raffi)

 

 

 

GRUPPO 2-4-5 - CLASSIFICA SPECIALE

1. LUCIANO DAL BEN (FERRARI 308 GTB) 4'46"73 - Kmh 107,976

2. FABIO COLOSINI (FIAT RITMO 125) 5'02"81

3. ANGELO BONAVENTI (OPEL KADETT) 5'14"53

4. MAURO BORMOLINI (FIAT 128) 5'15"91

 

 

 

 

 




 

Un bel passaggio di Mauro Bormolini, nella gara di addio ai vecchi Gruppi con la fedele Fiat 128 (©Actualfoto)

 

 

 

CATEGORIA AUTOSTORICHE

1. BENDINI (JAGUAR "E") 5'05"59

2. CHIAPPARINI (ALFA ROMEO GIULIA TZI) 5'10"52

3. RICCARDI (PORSCHE 356) 5'23"42

4. PISONI (ASA GTC) 5'23"81

5. MANDELLI (ALFA ROMEO SZ) 5'38"11




     


Tris di Osella: da sinistra. Mariolini, Nesti e Regosa.