17. TROFEO VALLECAMONICA - 15/16 giugno 1985

Baribbi batte il...Tambone e vince!

L'edizione 1985 si svolge a meno di un anno dalla precedente: la corsa infatti viene anticipata sul calendario nuovamente in giugno. Questa volta però non avrà validità per il Campionato Italiano ma solamente per la Coppa C.S.A.I. della Montagna. Rimane come tradizione da 3 anni la Targa "Raffaele Caracciolo", mentre viene istituito il nuovo "Trofeo Griffin". Nonostante il provvisorio "declassamento" della manifestazione, non mancano comunque i grandi protagonisti della specialità. La lotta per la vittoria assoluta vede però assente quest'anno Mauro Nesti, impegnato sul fronte continentale nell'Eurosalita "Ecce Homo" in Cecoslovacchia. Tocca quindi a Ezio Baribbi ad aggiudicarsi la 17.Malegno-Borno, spuntandola di poco sul coriaceo Tambone e su un particolarmente competitivo Aguzzoni. Nesti, tuttavia, sarà l'avversario da battere pur non essendo presente in pista: il tormentone che accompagna la "due giorni" motoristica è infatti il suo record ottenuto l'anno precedente con un fantastico 3'46"00, ma si capisce già sin dalle prove ufficiali che almeno per quest'anno non ci saranno molte possibilità di batterlo: i piloti questa volta devono fare i conti con un fondo stradale non perfetto, rovinato dalla neve e dal gelo dell'inverno appena trascorso (anche se in verità, molti vincitori di classe delle categorie minori hanno abbassato - e di molto, in alcuni casi - i propri tempi dell'edizione 1984). Baribbi comunque dà già ad intendere di voler chiudere il discorso per l'assoluto, mettendo tutti in fila in entrambe le sessioni di prove il sabato pomeriggio. Sempre durante le prove, numerosi gli incidenti, senza conseguenze per i piloti. In rilievo la carambola di Walter Santus finito ruote all'aria dopo aver affrontato il tornante "Due Ponti" un po' troppo allegramente. Il grintoso pilota, sistemata in serata la sua Fiat 127 alla bell'e meglio, si schiera al via della gara e chiude con un ottimo 2° di classe. Stessa sorte per il vecchio Giuseppe Cattane alla sua prima esperienza con la Porsche 3.300 Turbo: lo scoppio di una gomma e la vettura finisce a muro. Il popolare "Bepe del Badèt" non si perde d'animo e durante la notte cerca di "raddrizzare" la macchina nella sua officina, come da sua abitudine in questi frangenti. Ci riuscirà solo in parte, tuttavia in modo sufficiente da riuscire a disputare la gara e ottenere la vittoria di classe pur salendo un poco "abbottonato". Altra spettacolare uscita di scena quella di "Palvox": poco prima del tornante "Due Ponti" la sua Fiat 126 si arrampica sul terrapieno al lato del percorso e ricade ruote all'aria sull'asfalto. Nessun danno per il pilota che finisce di vedere la gara malinconicamente seduto su un muretto. E' purtroppo l'anno anche di un'altra uscita di scena: quella dei "vecchi gruppi" 2-3-4-5. La Commissione della Velocità in Salita le ritiene ormai pronte alla pensione. Canto del cigno quindi, per le fantastiche Fiat 126, le Simca R2, le Fiat 128 e tutte le altre vetture scadute di omologazione ormai da alcuni anni. A queste auto si sono già avvicendate da alcuni tempi le più attuali Peugeot 205, Fiat Ritmo e A 112, forse meno "divertenti" delle vetture che le hanno precedute, ma sicuramente più veloci e per certi versi più sicure. Da segnalare un buon Alberto Montini alle prime esperienze con una "Sport": il pilota, abituale specialista dei Rallies, dichiara di non trovare molta differenza tra la vecchia Porsche e l'Osella, promettendo di fare meglio in altre occasioni. Ma tornerà presto al vecchio amore per il Rally, che gli darà invece soddisfazioni migliori.

 

CLASSIFICA ASSOLUTA

1. EZIO BARIBBI (OSELLA PA-10) 3'52"18 - Kmh 133,345

2. GIUSEPPE TAMBONE (OSELLA PA-9) 3'54"04

3. RODOLFO AGUZZONI (OSELLA PA-7) 3'59"99

4. ROMANO CASASOLA (OSELLA PA-9) 4'04"42

5. STEFANO BETTONI (OSELLA PA-9) 4'11"46

6. "DOMINGO" (OSELLA RAM) 4'12"52

7. DARIO LURAGHI (OSELLA PA-9) 4'14"76

8. ADRIANO PARLAMENTO (MARCH SPORT) 4'17"73

9. ALBERTO MONTINI (OSELLA BMW) 4'18"63

10. GABRIELE ABBIATI (LUCCHINI S 285) 4'18"84

 

 

  

  



Sopra, a sinistra: Ezio Baribbi brillante vincitore con l'Osella Pa-10 (foto di Enzo Saleri). A destra: l'ottimo secondo Tambone (foto di Rolando Testolin)

 


--- numerose altre immagini scorrendo la Classifica ---

 


 

GRUPPO N - CLASSE 1150

1. TONINO GIMITELLI (A 112) 5'43"43 - Kmh 90,149

2. MORENO GENESINI (A 112) 5'44"59

3. GIORGIO FERRETTI (A 112) 5'45"81

4. GIANBATTISTA PEZZONI (A 112) 5'45"97

5. ADRIANO ZERLA (A 112) 5'46"65

6. ADRIANO OTTELLI (A 112 ABARTH) 5'47"73

7. DE FABBRIS (A 112 ABARTH) 5'49"28

8. BORTOLO MENDENI (A 112 ABARTH) 5'58"30

9. FULVIO BERTOLETTI (FIAT 127) 6'00"28

10. MARUSCA PEDRETTI (A 112) 6'00"93

11. PAOLA SCIEGHI (A 112) 6'05"42

12. FRANCESCO LALOMIA (A 112) 6'11"47






Il debutto di Adriano Zerla con la A112 (foto di Adriano Zerla)

 

GRUPPO N - CLASSE 1300

1. LORENZO MARCON (TALBOT SAMBA RALLY) 5'29"95 - Kmh 93,833

2. FAUSTO BORMOLINI (TALBOT SAMBA) 5'35"45

3. GIACOMO BONOMI (OPEL CORSA SR) 5'36"02

4. GIOVANNI SEDANI (OPEL CORSA) 5'38"31

5. MARTINO TOMASINI (OPEL CORSA) 5'42"34

6. SERGIO CALVETTI (OPEL CORSA) 5'45"01

7. ANGELA ANDREOLI (TALBOT SAMBA) 5'50"55

8. GINO TRUSSARDI (OPEL CORSA) 6'05"65

 

GRUPPO N - CLASSE 1600

1. DOMENICO SQUARATTI (PEUGEOT 205 GTI) 5'14"34 - Kmh 98,492

2. EDOARDO BELLAMOLI (PEUGEOT 205 GTI) 5'17"91

3. ALBERTO BAZZONI (PEUGEOT 205 GTI) 5'19"89

4. CARLO MOSCARDI (PEUGEOT 205) 5'21"93

5. "LORENZO" (PEUGEOT 205) 5'23"18

6. MARIO BESTA (PEUGEOT 205) 5'27"49

7. GIORGIO DE GREGORIO (FIAT RITMO 105) 5'29"68

8. ANDREA PELLEGRINI (PEUGEOT) 5'35"25

9. BORTOLO MAGGIORI (TALBOT 1600) 5'39"97

10. ALBERTO CAROBBIO (TALBOT) 5'42"84

 

 

 

 

GRUPPO N - CLASSE 2000

 

 1. IVAN BUTTI (FIAT RITMO ABARTH) 5'07"42 - Kmh 100,709

2. ANGELO GRAZIOLI (FIAT RITMO 130) 5'10"49

3. SILVIO CARINI (FIAT RITMO 130) 5'14"02

4. "SILVA" (FIAT RITMO 130) 5'14"32

5. LUCA SCIEGHI (FIAT RITMO) 5'16"89

6. PIERLUIGI FUGANTI (FIAT RITMO 130) 5'17"58

7. MAURIZIO NODARI (FIAT RITMO 125) 5'20"65

8. GIACOMO MORANDINI (OPEL KADETT) 5'22"39

9. EDGARDO PIETTI (FIAT RITMO 130) 5'23"28

10. ENRICO CASALI (FIAT RITMO 130) 5'38"16

 

GRUPPO N - CLASSE 2500

1. PAOLO BARATTIERI (ALFA ROMEO GTV) 5'14"78 - Kmh 98,355

2. CLAUDIO CASTALDELLI (ALFA ROMEO GTV) 5'17"51

3. FERDINANDO MINELLI (ALFA ROMEO GTV) 5'21"71

 

 GRUPPO 3 - CLASSE 1300

1. CARLO COSSIO (FIAT X1/9) 5'42"91 - Kmh 90,286

2. GOTLIB MAHLKNECHT (FIAT X1/9) 5'45"22

3. GIOVANNI SERENA (FIAT X1/9) 6'04"86

 

 

 

GRUPPO 3 - CLASSE 1600

 

1. MARCO TAEGGI (FIAT X1/9) 6'01"24 - Kmh 85,705

 

 

 

GRUPPO 3 - CLASSE 2000

 

1. FRANCESCO FRANZONI (LANCIA BETA MC) 5'27"16 - Kmh 94,632

2. NUNZIO BIANCHI (RENAULT 5 TURBO) 5'33"95

 

 

 

GRUPPO 3 - CLASSE OLTRE 2000

 

1. GRAZIANO PANTALEONI (PANTERA DE TOMASO) 4'55"58 - Kmh 104,743

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE 1000

1. ROBERTO TIRELLI (FIAT 127) 6'29"02 - Kmh 79,584

2. ERMANNO COMPARINI (FIAT 127) 6'43"76

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE 1150

1. FELICE MENESTRINA (FIAT 127) 5'16"86 - Kmh 97,709

2. WALTER SANTUS (FIAT 127) 5'20"05

3. "CALIMERO" (FIAT 127) 5'21"51

4. ANTONIO TOMASI (FIAT 127) 5'26"76

5. SAVERIO MASCOLO (FIAT 127) 5'30"78

6. RENATO SAVOLDELLI (FIAT 127) 5'30"79

7. PIERFILIPPO RISSONE (A 112 ABARTH) 5'35"21

8. TOMMASO STANGA (FIAT 127) 5'35"28

9. GIOVANNI MAIORANA (A 112) 5'36"99

10. ALBERTO MARINI (A 112) 5'39"09

11. PAOLO DE BERNARDI (A 112) 5'40"83

12. M.BATTISTA VARISTO (A 112) 5'43"21

13. REMO ZUBANI (FIAT 127) 5'43"38

14. FRANCO BELLINI (FIAT 127) 5'45"54

15. GRAZIANO PENNACCHIO (FIAT 127) 5'48"78

16. GIORGIO SCACCABAROZZI (FIAT 127) 5'49"86

17. FRANCESCO MERELLI (A 112) 5'56"47

18. DANILA FOMIATTI (A 112) 5'57"51

19. ANGELO GATTI (A 112) 6'01"00

20. GIORGIO DELLA MADDALENA (A 112) 6'07"97

21. GIUSEPPE FORNONI (A 112) 6'07"97

22. ANGELO VEZZOLI (A 112) 6'13"34

23. GIOVANNI BERTAZZINI (A 112) 6'17"87

 

 

 

      


 

Un esempio dell'estrema irruenza con la quale Santus affrontava le cronoscalate. A sinistra (©Actualfoto) evidentemente al limite durante le prove. Dopo aver capottato pochi metri dopo, al tornante "Due Ponti", rieccolo in gara come se nulla fosse, con la stessa vettura un po' danneggiata ma che gli frutterà comunque un buon 2° di Classe (foto di Enzo Saleri)

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE 1300

1. VIRGILIO LEONE (TALBOT SAMBA RALLY) 5'31"65

2. NAZARENO AMBROSI (TALBOT SAMBA RALLY) 5'36"65

3. MARCO NEGRETTI (A.R. ALFASUD) 5'49"01

4. GIANPIETRO GHILARDI (A.R. ALFASUD) 6'03"44

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE 1400

1. LUCIANO CEGALIN (ALFASUD SPRINT) 5'13"10 - Kmh 98,882

2. TIZIANO MARTINELLI (RENAULT 5 ALPINE) 5'21"62

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE 1600

1. LUCIANO VEDOVATI (TALBOT SUNBEAM) 5'04"95 - Kmh 105,525

2. "MAXIMILIAN" (VW GOLF GTI) 5'05"11

3. NAZARENO STRAPPARAVA (PEUGEOT 205) 5'09"78

4. AMEDEO BERNARDI (ALFA ROMEO GTV) 5'10"44

5. GIUSEPPE PERONI (PEUGEOT 205 GTI) 5'14"47

6. DONATO GAGGI (TALBOT SUNBEAM) 5'24"97

7. ALBERTO ARMENI (VW GOLF GTI) 5'26"52

8. FABRIZIO FASSITELLI (TALBOT SUNBEAM) 5'28"33

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE 2000

1. GIANFRANCO MARIOLINI (ALFA ROMEO GTV) 5'02"65 - Kmh 102,297

2. GIANPIERO BERTOLONI (OPEL MANTA) 5'06"14

3. "MARCO" (FIAT RITMO 125) 5'06"57

4. GIUSEPPE CHIAPPARINI (ALFA ROMEO GTV) 5'10"14

5. FRANCO MACRINO (OPEL MANTA) 5'11"24

6. ELIO CASAGRANDE (RENAULT 5 ALPINE) 5'13"52

7. FRANCO TOMASINI (OPEL ASCONA) 5'14"49

8. MARIANO TOSETTO (FIAT RITMO 130 ABARTH) 5'19"35

9. GIORGIO MARANGONE (OPEL KADETT) 5'19"62

10. GERARDO RICHINI (FIAT RITMO) 5'24"52

11. ROBERTO BULGARO (OPEL ASCONA) 5'29"75

12. CORNELIO MERZI (FIAT 131 ABARTH) 5'33"31

13. MARCO ZANDANEL (OPEL MANTA) 5'43"93

 

 

 

GRUPPO A - CLASSE 2500

1. "TANGO" (ALFA ROMEO GTV) 4'41"87 - Kmh 109,838

2. ROBERTO DE GAETANO (ALFA ROMEO ALFETTA) 4'46"70

3. CORRADO PEDOL (ALFA ROMEO GTV) 4'53"83

4. GUGLIELMO VINCENZONI (BMW 323 I) 5'44"60

 

 

 


 

"Tango", sempre fortissimo con l'Alfa romeo GTV, stravince il Gruppo A (foto di Enzo Saleri)

 

 

 

GRUPPO 2 - CLASSE 1000

1. FRANCESCO ZENDRA (A 112) 5'34"18 - Kmh 92,645

2. ROBERTO DI CINTIO (FIAT 127) 5'42"05

 

 

 

GRUPPO 2 - CLASSE 1150

1. MAURO BORMOLINI (FIAT 128) 5'17"09 - Kmh 97,638

2. WALTER STAGNOLI (A 112) 5'55"42

 

 

 

GRUPPO 2 - CLASSE 1300

1. RINO DE LUCA (SIMCA R2) 5'10"68 - Kmh 99,652

2. VIRGILIO FRANZONI (A.R. ALFASUD) 5'17"71

3. LIVIO MOZZONI (SIMCA R2) 5'25"27

4. BATTISTA NANA (A.R. ALFASUD) 5'34"34

5. GIANCARLO RONCHI (A.R. ALFASUD) 5'35"85

6. GIORDANO MAFFEIS (A.R. ALFASUD) 5'56"51

 

 

 

GRUPPO 2 - CLASSE 1400

1. GIANPIETRO GIUDICI (FIAT RITMO 130) 4'59"67 - Kmh 103,314

2. GIUSEPPE CARBONE (FIAT RITMO 65) 5'11"75

 

 

 

GRUPPO 2 - CLASSE 1600

1. GIULIANO CORNELIO (VW SCIROCCO) 4'39"85 - Kmh 110,631

2. FABIO COLOSINI (FIAT RITMO 75) 4'55"98

3. GIUSEPPE CHIMINELLI (FIAT RITMO) 5'02"24

 

 

 

GRUPPO 2 - CLASSE 2000

1. MARIO RUOSO (FORD ESCORT) 4'40"86 - Kmh 110,233

2. ANGELO BONAVENTI (OPEL KADETT) 5'15"53

3. DONATI (OPEL KADETT) 5'31"23

 

 

 

GRUPPO B - CLASSE 1300

1. IVAN SIMONINI (TALBOT SAMBA) 5'53"95 - Kmh 87,470

 

 

 

GRUPPO B - CLASSE 1600

1. BENEDETTO FUSCO (FIAT X1/9) 5'10"48 - Kmh 99,716

2. RENZO MAGGIANI (FIAT X1/9) 5'13"27

3. MICHELE LICHERI (CITROEN VISA) 5'17"60

4. GIANLUCA DE CAMILLIS (FIAT X1/9) 5'45"33

5. ANGELO COCCHETTI (FIAT X1/9) 5'56"62

 

 

 

GRUPPO B - CLASSE 2000

1. GUIDO DAVERIO (RENAULT 5 TURBO) 4'48"17

2. FRANCO FLOCCHINI (RENAULT 5 TURBO) 4'55"73

3. AUSANO BIANCOLIN (RENAULT 5 TURBO) 5'04"07

 

 

 

 

GRUPPO B - CLASSE 3000

 

1. PIETRO TOSINI (PORSCHE 911) 4'46"63 - Kmh 108,014

2. FLAVIO VIGANO' (PORCHE 911) 4'48"51

3. GIUSEPPE VENTURELLI (PORSCHE) 5'00"23

 

 

 

  

 

Una sfilata di Porsche 911. Sopra a sinistra: Pietro Tosini, vincitore del Gruppo B. A destra, Italo Vanoglio. Sotto, a sinistra: il rallista Pietro de Giacomi che talvolta non disdegna di partecipare alle Salite. A destra, il buon Giuseppe Cattane. Anche lui come Santus, sbatte in prova ma riesce a rifarsi in gara (foto di Enzo Saleri)

 

 

   

 

 

 

GRUPPO B - CLASSE OLTRE 3000

1. GIUSEPPE CATTANE (PORSCHE 3.3 TURBO) 5'02"68 - Kmh 102,286

 

 

 

 

GRUPPO 4 - CLASSE 2000

 

1. GIUSEPPE D'ANNA (LANCIA BETA MC) 5'04"05 - Kmh 101,825

 

 

 

GRUPPO 4 - CLASSE 3000

1. LUCIANO DAL BEN (FERRARI 308 GTB) 4'42"09 - Kmh 109,752

2. PIETRO MILESI (PORSCHE 911)

3. ITALO VANOGLIO (PORSCHE 911)







Luciano Dal Ben, a vent'anni dalla sua prima gara in Valcamonica, conquista classe e gruppo (foto di Enzo Saleri)

 

 

 

GRUPPO 5 - CLASSE 700

1. ARMANDO ESTI (FIAT 126) 5'34"20 - Kmh 92,639

2. ORLANDO ROMAGNOLI (FIAT 126) 5'39"85

3. ROBERTO GARBELLI (FIAT 126) 5'39"89

4. BATTISTA ANTONINI (FIAT 126) 5'44"37

 

 

 

   


 

Ultimi momenti di gloria anche per le bicilindriche del Gruppo 5 che dal 1986 non potranno più accedere alle Salite per via di un nuovo regolamento che abolirà i vecchi Gruppi 2,3,4,5. A sinistra: Orlando Romagnoli, 2° di Classe 700 con la Fiat 126. A destra, "Palvox" che però avrà meno fortuna. Eccolo durante le prove ufficiali. Durante la gara sarà protagonista di una spettacolare uscita di strada (foto di Enzo Saleri)

 

 

 

GRUPPO 5 - CLASSE 1000

1. ANGELO PERLI (DATSUN) 5'29"46 - Kmh 93,972

2. ORESTE LUCINI (A 112) 6'07"06

 

 

 

GRUPPO 5 - CLASSE 1600

1. DEMETRIO PANZERI (DALLARA X1/9) 4'36"86 - Kmh 111,825

2. ANTONIO ANDREOLI "GANCIO" (FORD ESCORT) 4'48"62

3. BRIGATTI (ALFASUD SPRINT) 5'08"40

4. CARLO MARCHI (A.R. ALFASUD SPRINT) 5'31"36

 

 

 

GRUPPO 5 - CLASSE 2500

1. GUIDO TRIBBIA (LANCIA BETA MC) 5'06"79 - Kmh 100,916

 

 

 

GRUPPO 6 - CLASSE 1000

1. MAURILIO DEGANO (DALLARA NDT) 4'33"17 - Kmh 113,336

 

 

 

   


 

A sinistra: la splendida Dallara 1000 di Degano. A destra, Rossetto vince la Classe 1300/Gr.6 con la Lola Olmas (foto di Rolando Testolin)

 

 

 

GRUPPO 6 - CLASSE 1300

1. ANTONIO ROSSETTO (LOLA OLMAS) 4'21"26 - Kmh 118,503

2. FRANCO BRESCHI (LOLA) 4'27"49

3. ITALO TRAVAGIN (AMS 1300) 4'41"09

4. SEVERINO RONCHI (AMS 1300) 5'20"31


 

 

 

   


 

Sopra, a sinistra: Franco Breschi con un'ammiratissima Lola arancione e a destra, Italo Travagin sulla Ams 1300 ex-Rossetto, rispettivamente 2° e 3° di Classe 1300/Gr.6. I due precedono un ormai tramontato Severino Ronchi (sotto), anch'esso su Ams 1300: la passione rimane quella di sempre, ma gli anni passano e i risultati non sono più alla sua portata (foto di Rolando Testolin)


 

 

 

 

GRUPPO 6 - CLASSE 1600

1. "DOMINGO" (OSELLA RAM) 4'12"52 - Kmh 122,604

2. DARIO LURAGHI (OSELLA PA-9) 4'14"76

 


 

 

   

 

"Domingo", a sinistra, protagonista nel Gruppo 6, primo in Classe 1600 con l'Osella Ram. A destra, Gabriele Abbiati, uno dei migliori tra gli "outsider", piazza la sua Lucchini al 10° posto assoluto (foto di Enzo Saleri)

 

 

 

GRUPPO 6 - CLASSE 2000

1. EZIO BARIBBI (OSELLA PA-10) 3'52"18 - Kmh 133,354

2. GIUSEPPE TAMBONE (OSELLA PA-9) 3'54"04

3. RODOLFO AGUZZONI (OSELLA PA-7) 3'59"99

4. ROMANO CASASOLA (OSELLA PA-9) 4'04"42

5. STEFANO BETTONI (OSELLA PA-9) 4'11"46

6. ADRIANO PARLAMENTO (MARCH SPORT) 4'17"73

7. ALBERTO MONTINI (OSELLA) 4'18"63

8. GABRIELE ABBIATI (LUCCHINI S285) 4'18"84

9. ROBERTO GASPARELLA (OSELLA PA-8) 4'19"54


 

 

 

   


 

Sopra a sinistra: Rodolfo Aguzzoni, che con un'ottima salita entra a far parte del ristretto gruppo di piloti nella storia della Malegno-Borno ad essere saliti sotto i 4 minuti. A destra, il "sempreverde" (e "sempreforte"...) Stefano Bettoni, ancora una volta bravo ad inserirsi tra i primi 5 assoluti.

Sotto a sinistra: Romano Casasola, quarto assoluto. C'è anche Giulio Regosa (a destra), ma la sua vecchia Chevron lo sta abbandonando, impedendogli di agguantare altrimenti dei risultati strepitosi (foto di Enzo Saleri e Rolando Testolin)

 

 

   

 

 

 

GRUPPO 6 - CLASSE SPORT NAZIONALE

1. GIANMARIA CASTELLI (LUCCHINI ALFA ROMEO) 4'23"31 - Kmh 117,580

 

 

   


Altri due protagonisti di questa 17a edizione della Malegno-Borno. A sinistra Roberto Gasparella, buona la sua gara ma non abbastanza per giungere tra i primi dieci assoluti. Ci riesce invece Adriano Parlamento (a destra) che con la sua vecchia March si insedia all'8° posto generale (foto di Enzo Saleri)







La Lucchini-Alfa Romeo Sport Nazionale di GianMaria Castelli (foto di Enzo Saleri)






Alberto Montini, rallista peraltro vincitore del Rally Vallecamonica 1985, alle sue prime esperienze con una vettura Sport (foto di Rolando Testolin)